Chi è Alex Karp, CEO di Palantir e nuovo miliardario del data mining

Flavia Provenzani

12 Giugno 2015 - 12:04

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Chi è Alex Karp, amministratore delegato di Platinir? Ecco come Karp è diventato miliardario portando al successo la società di data mining finanziata dalla CIA.

Alexander Karp, amministratore delegato della società di analisi dati Palantir, ha definito la ricchezza «culturalmente corrosiva».

Ma chi è Alex Karp, qual è la sua storia e come ha fatto a diventare il nuovo miliardario del data mining?

Ex gestore delegato e money manager per gli High Net Worth Individual (HNWI) - persone con un’alta disponibilità di patrimonio netto - e co-fondatore della società di analisi dei dati sostenuta dalla CIA, Alex Karp ha ripetuto spesso che la ricchezza non ha molta importanza per lui, nonostante gli accordi e le relazioni con personaggi ed istituti più ricchi al mondo per aumentare la presenza al livello mondiale della sua azienda.

Da oggi, Alex Karp sarà uno di loro.

La società Palantir sta raccogliendo attualmente altri fondi per 400 milioni di dollari per un valore societario totale stimato intorno ai 15 miliardi di dollari. Con una valutazione del genere, Alex Karp - che possiede solamente l’8% della società di Palo Alto - vale più di 1,2 miliardi di dollari.

Secondo fonti vicine alla società, Palantir ha iniziato la raccolta di fondi nel mese di novembre ed è ancora in corso. Chi conosce i piani della società ha fatto trapelare che che Palantir aveva già un sacco di soldi, ma ne voleva e vuole di più per proteggere l’azienda da ogni futura ed eventuale crisi economica.

In attività da 11 anni, Palantir è passata dall’essere una start up segreta del data-mining finanziata dalla CIA all’essere una delle giganti della Silicon Valley che lavora per organi statali, banche e società di tutto il mondo.

Gran parte della trasformazione e del successo di Palantir è opera del lavoro di Alex Karp, co-fondatore della società con Stephen Cohen, Joe Lonsdale, Nathan Gettings e il suo ex compagno di università di Stanford Peter Thiel.

Anche se non ha una forte conoscenza a livello tecnico, Alex Karp è conosciuto all’interno di Palantir come la «coscienza» della società, ovvero il responsabile delle decisioni difficili.

«Le uniche volte in cui non penso a Palantir sono quando nuoto, pratico il Qigong o faccio sesso.»

ha detto Alex Karp in un’intervista a Forbes

Alex Karp è il secondo azionista individuale più grande della società e unirà le sue quote con quelle dell’ex compagno di università quando Palantir chiuderà il suo ultimo investimento.

Il boom della società di Alex Karp arriva in un momento in cui le aziende tecnologiche private stanno registrando aumenti stellari sulle valutazioni, trasformando i relativi co-fondatori in miliardari.

La società cinese produttrice di smartphone - Xiaomi - ha assistito ad un aumento della valutazione a 45 miliardi dollari nel mese di dicembre, facendo del suo fondatore Lei Jun una delle persone più ricche del mondo.

Anche il CEO di Uber Technologies Travis Kalanick ha aderito ai club dei miliardari quando la società ha ricevuto una valutazione di 18,2 miliardi dollari da parte degli investitori a giugno 2014.
Uber ora ha un valore di circa 40 miliardi dollari sulla base di un nuovo round di finanziamento annunciato ai primi di dicembre.

Argomenti

# Forbes

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories