Cassa integrazione, pagamenti INPS: tutti i dati aggiornati

Teresa Maddonni

2 Aprile 2021 - 16:41

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Cassa integrazione, pagamenti INPS: vediamo quali sono tutti i dati aggiornati al 31 marzo 2021 resi noti dall’Istituto che informa che quelli diretti sono oltre il 99,4%.

Cassa integrazione, pagamenti INPS: tutti i dati aggiornati

Cassa integrazione: pagamenti INPS a che punto sono? Vediamo i dati aggiornati al 31 marzo 2021 resi noti dall’Istituto con un comunicato a un mese dall’ultima pubblicazione.

INPS comunica che al 31 marzo registra autorizzazioni al 98,2% delle domande pervenute e al 99,4% dei pagamenti diretti di cassa integrazione in linea con il trend del precedente mese.

INPS riporta l’ordinaria tabella cui ci ha abituati nei precedenti aggiornamenti e i grafici esplicativi che a partire dal mese di maggio 2020 tengono conto dei pagamenti di cassa integrazione effettuati.

La cassa integrazione, lo ricordiamo, è stata prorogata nel 2021 per ulteriori 12 settimane gratuite dalla Legge di Bilancio e in ultimo per tutto l’anno con il decreto Sostegni (fino al 30 giugno la CIGO).

Nei mesi precedenti dell’emergenza si sono registrati non pochi ritardi con i pagamenti INPS della cassa integrazione e il governo ha introdotto anche una semplificazione con l’eliminazione del modello SR41. Con il comunicato sui dati dei pagamenti della cassa integrazione INPS introduce anche i nuovi servizi che partiranno ad aprile per accelerare con autorizzazioni e accrediti.

Vediamo ora, secondo i dati al 31 marzo 2021 integrati con i grafici, a che punto sono i pagamenti INPS della cassa integrazione ordinaria, assegno ordinario e in deroga e quanti sono i beneficiari a cui la prestazione è stata liquidata.

Cassa integrazione: pagamenti INPS al 31 marzo 2021

I dati sui pagamenti della cassa integrazione da parte di INPS aggiornati al 31 marzo li rende noti l’Istituto in un comunicato del 1° aprile.

Alla data del 31 marzo i pagamenti INPS della cassa integrazione coprono il 99,4 % delle richieste pervenute.

Per quanto riguarda le domande di autorizzazione di cassa integrazione da parte delle aziende 4.264.828 nel totale:

  • 3.853.698 sono autorizzate;
  • 342.433 respinte.

Oltre il 50% delle 68.697 in lavorazione è giunto nello stesso mese di marzo.

Per quanto riguarda i pagamenti diretti della cassa integrazione secondo i dati INPS, basato sulla presentazione successiva degli SR41, su 19.870.501 richieste di prestazioni sono stati effettuati 19.755.850 pagamenti diretti, pari appunto al 99,4%.

Il restante quota è composta da:

  • 114.651 domande di CIG in lavorazione;
  • 88.399 sono richieste giunte nello stesso mese di marzo.

Sono in totale quasi 3,7 milioni i lavoratori che hanno ricevuto pagamenti diretti di cassa integrazione secondo i dati INPS e 5.828 quelli che devono ricevere un primo pagamento, di cui 326 sono i lavoratori per cui non risulta l’erogazione di una prima mensilità, riferibili a SR41 pervenuti entro settembre 2020 e che si classificano come ad alta criticità.

I lavoratori che durante sempre durante la pandemia hanno ricevuto anticipi di pagamento di cassa integrazione direttamente dalle aziende, recuperati dalle stesse attraverso compensazione sui versamenti contributivi alla prima scadenza utile, sono secondo i dati INPS al 31 marzo circa 3,5 milioni.

Pagamenti cassa integrazione: dati INPS

Vediamo ora i pagamenti della cassa integrazione con i dati INPS per CIGO, assegno ordinario e CIG in deroga con i grafici dell’Istituto aggiornati al 31 marzo 2021.

INPS mostra il numero delle richieste di cassa integrazione con pagamento diretto, le prestazioni pagate e da pagare da maggio 2020 a marzo 2021. INPS mostra nel comunicato il numero delle richieste di cassa integrazione tramite modello SR41 ricevuti e non annullati.




Argomenti

# INPS

Iscriviti alla newsletter