Carige verso salvataggio pubblico? Apollo bocciato, UBI smentisce interesse

Salvataggio Carige: il FITD ha detto no all’offerta di Apollo mentre UBI ha smentito qualsiasi interesse

Carige verso salvataggio pubblico? Apollo bocciato, UBI smentisce interesse

Il salvataggio di Banca Carige appare sempre più complicato.

Le ultime indiscrezioni sul dossier sono iniziate a circolare nel momento in cui la proposta di Apollo è stata rifiutata dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che - come previsto già la scorsa settimana - ha giudicato insufficiente l’offerta degli americani.

Il no del FITD ha aperto le porte all’ipotesi di salvataggio pubblico di Carige, una via che molti hanno tentato di scongiurare fino alla fine. Ad oggi non tutto è ancora perduto e i prossimi colloqui saranno fondamentali per capire quale sarà il destino della ligure commissariata. Di certo alle operazioni non parteciperà UBI Banca che ha smentito qualsiasi tipo di interesse.

Salvataggio Carige: stop al fondo Apollo

Qualche giorno fa l’offerta anonima (ma subito attribuita al fondo Apollo) giunta sul tavolo di Innocenzi, Modiano e Lener ha fatto storcere il naso sia al FITD che ai Malacalza, azionisti di riferimento, che l’hanno giudicata insufficiente oltre che non valutabile.

Da qui il secco no agli americani, che ha aperto le porte ad una nuova ondata di speculazioni sul salvataggio di Banca Carige. La proposta a prezzi stracciati di Apollo non è stata accolta, ha specificato il veicolo di Salvatore Maccarone, in seguito ad un esame della situazione e delle prospettive dell’istituto genovese.

Cosa accadrà adesso? UBI Banca smentisce interesse

Dopo il rifiuto della proposta del fondo Apollo il FITD cercherà di vagliare altre soluzioni e non si opporrà a opzioni che:

“prevedano la partecipazione degli attuali azionisti e di partner pubblici o privati”.

L’obiettivo sarà quello di intervenire il più presto possibile per garantire la rapida risoluzione del dossier. Quel che è chiaro è che non sarà UBI Banca a farsi carico della ligure:

“È assolutamente destituita di fondamento qualsiasi ipotesi aggregativa con Banca Carige”,

ha affermato l’istituto di Massiah.

Nella giornata di oggi, martedì 25 giugno, il Fondo Interbancario si rimetterà a lavoro analizzando sia il fabbisogno di capitale, sia le eventuali proiezioni economiche e finanziarie per gli anni a venire.

Come ha fatto notare Repubblica, le consultazioni saranno soltanto un passaggio intermedio. Il salvataggio di Banca Carige dovrà necessariamente concretizzarsi grazie all’intervento di un privato e degli attuali azionisti. L’alternativa? L’intervento pubblico.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Banca Carige

Argomenti:

Banca Carige

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.