Card unica: carta d’identità e tessera sanitaria insieme. Ecco come funzionerà

Vittoria Patanè

30 Luglio 2013 - 17:43

condividi
Card unica: carta d'identità e tessera sanitaria insieme. Ecco come funzionerà

La card unica o per la precisione il “documento digitale unificato” arriverà presto alla Commissione Unificata. Dopo il lungo iter iniziato nel 2011 con il DL 70/2011 e le modifiche apportate dal decreto sviluppo bis dell’anno passato, la nuova carta potrebbe arrivare a breve nei portafogli degli italiani.

Come funzionerà?

Gli otto articoli del decreto ad essa dedicato prevedono che la carta unica abbia una validità pari a quella delle attuali carte d’identità e cioè:

  • 10 anni per i maggiorenni;
  • 3 anni per i bambini sotto i 3 anni di età;
  • 5 anni per bambini e ragazzi tra i 3 e i 19 anni d’età.

La card verrà rilasciata come di consueto dal Comune di residenza o di dimora e sarà disponibili per i cittadini italiani iscritti al SSN e per quelli europei e stranieri con diritto all’assistenza sanitaria pubblica.

Non occorrerà acquistare nessuna marca da bollo e il rilascio sarà totalmente gratuito, anche se ogni Comune può arrogarsi il diritto di usufruire del pagamento previsto dall’articolo 291 del regolamento per l’esecuzione del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. L’importo in ogni caso non potrà superare i 5 euro.

Il codice fiscale

Un cambiamento importante riguarderà il codice fiscale. Quest’ultimo infatti è contenuto all’interno delle attuali tessere sanitarie anche nella banda magnetica, mentre nella nuova card unica sarà presente solo per esteso e nel codice a barre.

Attualmente inoltre il nuovo documento sostituirà le funzioni svolte dalla tessera sanitaria e dalla carta d’identità, ma in futuro potrebbe ampliare le proprie caratteristiche anche ad altri ambiti.

Il paradosso

Uno dei motivi per cui è stata decisa la creazione della nuova card unica, legato al progetto di snellimento burocratico, è quello di permettere ai cittadini di utilizzare una sola carta. Insomma il portafoglio potrebbe avere uno spazio libero in più da destinare ad altro. Ma siamo in Italia e quindi non tutto risulta così semplice.

L’attuale tessera sanitaria contiene infatti anche la tessera europea di assicurazione malattia. Per quanto riguarda la nuova card unica invece, al suo interno non sarà presente il documento comunitario che infatti andrà a finire su un supporto distinto.

Ergo, a rigor di logica, le carte rimarranno comunque due. Da tessera sanitaria e carta d’identità si passerà a card unica e tessera europa. Suvvia, non potevamo pretendere di più.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it