Brigate Rosse: sette ex terroristi arrestati in Francia, altri tre in fuga

Alessandro Cipolla

28/04/2021

16/07/2021 - 14:10

condividi

Su richiesta dell’Italia, in Francia sono stati arrestati sette storici ex membri delle Brigate Rosse, mentre altri tre terroristi sarebbero in fuga: per loro a maggio sarebbe scattata la prescrizione.

L’Italia continua a fare i conti con il terrorismo politico che ha insanguinato il Paese durane gli anni ‘70 e ‘80. Dopo l’estradizione di Cesare Battisti dal Brasile, questa volta le novità arrivano dalla Francia.

Sette ex esponenti di spicco delle Brigate Rosse sono stati infatti arrestati Oltralpe, mentre altri tre da quanto si apprende sarebbero in fuga. A dare la notizia è stato lo stesso Eliseo, dopo che nei giorni scorsi il ministro Marta Cartabia ha incontrato il suo collega francese Eric Dupond-Moretti.

Nella sorta di lista consegnata dalla Guardasigilli figuravano i nomi di ex terroristi rossi come Marina Petrella, Giovanni Alimonti, Enzo Colavitti, Roberta Cappelli, Giorgio Pietrostefani, Sergio Tornaghi, Raffaele Ventura e Maurizio Di Marzio.

Una accelerazione dovuta al fatto che a maggio per loro sarebbe scattata la prescrizione. Grazie a quella che è stata ribattezzata la dottrina Mitterrand, molti ex esponenti delle Brigate Rosse sono rifugiati da anni in Francia.

Ancora non sono stati resi noti i nomi degli ex terroristi delle BR arrestati e di quelli ancora in fuga, con l’Italia che adesso dovrebbe chiedere alla Francia l’estradizione dopo anni di tentennamenti da parte di Parigi.

Argomenti

Iscriviti a Money.it