Borsa Italiana: i tre titoli caldi di venerdì 12 aprile

La giornata si apre all’insegna del ribasso per l’indice FTSE Mib. L’Ufficio Studi di Money.it si è focalizzato su alcuni titoli quotati a Piazza Affari che presentano i migliori spunti tecnici per l’operatività odierna. Focus su Salvatore Ferragamo, Moncler e Prysmian

Borsa Italiana: i tre titoli caldi di venerdì 12 aprile

L’indice FTSE Mib apre la seduta in calo dello 0,02%, attestandosi a 21.677,50 punti.

Gli investitori rimangono ancora focalizzati sugli sviluppi Oltremanica per la questione Brexit. Mercoledì il Consiglio europeo ha spostato la data dell’uscita del Regno Unito dall’UE al 31 ottobre.

Tuttavia, la premier britannica Theresa May, parlando alla Camera dei Comuni, ha ribadito che «i leader UE hanno deciso che l’estensione di sei mesi termini non appena ratificheremo un accordo. Se lo faremo entro il 22 maggio non dovremo tenere le elezioni europee e se anche l’UE avrà ratificato l’intesa potremmo uscire a mezzanotte del 31 maggio».

Nel frattempo l’UE ha accettato di avviare i colloqui per un patto commerciale con gli Stati Uniti, cercando nel frattempo di preservare una tregua con il presidente Usa, Donald Trump, nonostante le richieste avanzate sul fronte agricolo. I paesi dell’Unione hanno concordato ieri sul fatto che la Commissione europea, che detiene l’autorità commerciale, dovrà concentrarsi sul taglio delle tariffe sui beni industriali, escludendo esplicitamente quelli agricoli

Per quanto riguarda Piazza Affari, l’Ufficio studi di Money.it ha condotto la consueta analisi su alcuni titoli azionari italiani, interessanti per l’operatività odierna: focus su Salvatore Ferragamo, Moncler e Prysmian.

  • Salvatore Ferragamo: con il balzo di ieri il titolo del lusso si è attestato a 20 euro, segnando un nuovo massimo crescente. La tendenza rialzista in atto rimane integra e favorirebbe l’implementazione di strategie long. Nel caso di un ritracciamento in area 19,72 euro si potrebbero implementare operazioni rialziste con target identificabile in area 22 euro.
  • Moncler: con la seduta di ieri il titolo si è attestato a 36,42 euro, dopo l’apertura in gap up. I corsi al momento stazionano all’interno di un trading range ed una rottura dei 36 euro potrebbe accelerare il recente ribasso delle quotazioni. Un primo obiettivo di profitto potrebbe essere identificato a 34 euro.
  • Prysmian: ottava da dimenticare per il titolo milanese. In seguito ai problemi sorti a WesternLink e alle recenti richieste di risarcimento danni pervenute da alcuni clienti, la società ha ritenuto opportuno riesaminare il bilancio approvato nella seduta del 5 marzo 2019. Il Cda ha deliberato di revocare l’assemblea ordinaria degli azionisti prevista per il 17 aprile. A livello tecnico i corsi hanno violato un importante livello dinamico di lungo periodo che favorirebbe l’implementazione di strategie di matrice ribassista (clicca qui per approfondire).

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borsa Italiana

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.