Borsa Italiana Oggi, 17 maggio 2022: Ftse Mib chiude positivo

Luca Fiore

17/05/2022

17/05/2022 - 18:24

condividi

L’allentamento delle restrizioni in Cina ha permesso alla Borsa Italiana oggi, 17 maggio 2022, di chiudere con il segno più. A spingere il Ftse Mib sono state le performance di Unipol e dei titoli bancari. Ancora segno più per il prezzo del petrolio.

Borsa Italiana Oggi, 17 maggio 2022: Ftse Mib chiude positivo

Segno più per la Borsa Italiana oggi: a spingere il nostro Ftse Mib, e gli altri indici europei, sono state le indicazioni in arrivo dalla Cina, dove le autorità stanno progressivamente allentando le restrizioni anti-Covid.

Nel corso della seconda parte le piazze finanziarie di Eurolandia hanno ridotto i guadagni in scia delle dichiarazioni arrivate da Klaas Knot: nel caso in cui l’inflazione dovesse continuare a crescere, ha detto il n.1 della banca centrale olandese, nel meeting di luglio la Bce potrebbe alzare il costo del denaro di mezzo punto percentuale.

In corrispondenza della chiusura in Europa, il future sul petrolio Brent sale dello 0,3% a 114,6 dollari al barile mentre l’eurodollaro quota in aumento di un punto percentuale a 1,054.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:50: Ftse Mib in rialzo, Unipol in evidenza

Sul Ftse MIb, che oggi si è fermato a 24.301,65 punti (+1,12%), spicca il recupero di Unipol (+3,32%), dopo le vendite che hanno fatto da corollario alla decisione di non procedere alla fusione con Unipolsai (+0,3%).

Incremento dello 0,77% per Eni che ha fatto sapere di aver avviato le procedure per l’apertura presso Gazprom Bank dei due conti correnti denominati K, uno in euro ed uno in rubli, indicati da Gazprom Export secondo una pretesa unilaterale di modifica dei contratti in essere, in coerenza con la nuova procedura per il pagamento del gas disposta dalla Federazione Russa.

“Eni, tuttavia, ha già da tempo rigettato tali modifiche”, riporta la nota della società italiana. “Pertanto -continua il comunicato- l’apertura dei conti avviene su base temporanea e senza pregiudizio alcuno dei diritti contrattuali della società, che prevedono il soddisfacimento dell’obbligo di pagare a fronte del versamento in euro. Tale espressa riserva accompagnerà anche l’esecuzione dei relativi pagamenti”.

Aggiornamento ore 09:25: Ftse Mib, energetici e banche in spolvero

Il Ftse100 in avvio avanza dello 0,46%, il Cac40 segna un +1,08%, il Dax sale dell’1,2% ed il Ftse Mib guadagna l’1,11% (24.301,39 punti).

Nel comparto energetico spicca il +2,76% di Saipem, il +2,11% di Tenaris ed il +1,87% di Eni mentre tra i bancari il Banco Bpm sale del 2,5%, Intesa Sanpaolo guadagna l’1,12% e UniCredit segna un +2,03%.

Parvus Asset Management ha incrementato la partecipazione nell’istituto di Piazza Gae Aulenti portandola al 5%. Dopo questi acquisti, il fondo è diventato il secondo maggior investitore nella banca italiana.

Incremento dell’1,2% per Unipol dopo la notizia che Berenberg ha alzato la valutazione da “hold” a “buy”.

Sul mercato obbligazionario, lo spread Btp-Bund è stabile a 189 punti base.

Borse Asia: Tokyo positiva, Hong Kong in rally

Nella seconda seduta della settimana, l’indice Hang Seng segna un +3,3%, il China A50 ha chiuso con un +1,3% mentre l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato con un +0,27%.

Incremento dello 0,42% per il Nikkei a 26.659,75 punti.

Wall Street: S&P e Nasdaq in rosso

La prima seduta della settimana del Dow Jones si è chiusa con un +0,08%, lo S&P500 ha registrato un -0,39% ed il Nasdaq ha segnato un -1,2%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.