Chi è Carrie Symonds, nuova moglie di Boris Johnson

Giorgia Bonamoneta

30/05/2021

30/05/2021 - 22:32

condividi

Boris Johnson si è sposato in gran segreto con la sua fidanzata Carrie Symonds, la prima ad abitare nel famoso appartamento di Downing Street prima del matrimonio. La cerimonia si è svolta ieri, 29 maggio, con la partecipazione di pochi e intimi invitati.

Chi è Carrie Symonds, nuova moglie di Boris Johnson

Il Primo Ministro britannico Boris Johnson e la compagna Carrie Symonds si sono sposati in gran segreto ieri, sabato 29 maggio 2021.

La piccola cerimonia, alla quale sono stati invitati una trentina di ospiti, si è tenuta nella chiesa madre londinese, nella Cattedrale di Westminster.

La festa dopo il matrimonio nella grande chiesa si è tenuta nella residenza di Downing Street, che da oltre due secoli è la residenza ufficiale dei ministri più importanti del Regno Unito.

Chi è Carrie Symonds?

La trentatrenne Carry Symonds è nata il 17 marzo del 1988. Symonds non è un cognome qualsiasi nel Regno Unito. Matthew Symonds, padre di Carry, è uno dei fondatori del giornale The Indipendent. Ma guardando ancora più indietro, al nonno John Beavan, barone Ardwick, che oltre ad avere un titolo nobiliare è stato editore di diversi giornali ed eurodeputato del Partito Laburista negli anni Settanta.

Dal ramo femminile della sua famiglia si trovano invece una madre avvocato, Josephine Mcaffee, e una nonna giornalista, tale Anne Symonds, giornalista della BBC World Service.

Con una famiglia simile non stupisce sapere che Carry Symonds abbiaatymer School, due scuole esclusive per ragazze. In seguito si è iscritta all’Università di Warwick dove ha studiato Storia dell’Arte. Si è laureata nel 2009 e, una volta conclusi anche gli studi teatrali, si è unita al Partito Conservatore come addetta stampa.

Il suo primo incontro con Boris Johnson è avvenuto durante la campagna elettorale per la rielezione di Johnson a sindaco di Londra nel 2010. L’inizio della sua relazione con il Primo Ministro è da far risalire al suo abbandono come capo delle comunicazioni del Partito Conservatore - del quale aveva preso le redini nel 2018 - per evitare il possibile conflitto d’interessi.

Dopo due anni dall’inizio della loro relazione, il 29 febbraio i due annunciano di essere in attesa del loro primo figlio; Wilfred Lawrie Nicholas Johnson è nato il 29 aprile 2020, durante la pandemia di coronavirus, che ha messo inizialmente in difficoltà il Primo Ministro.

Un matrimonio segreto e senza grandi annunci

L’annuncio delle avvenute nozze segrete era del tutto inaspettato. Infatti a maggio il tabloit The Sun aveva riportato sulle sue pagine un’indiscrezione: Boris Johnson e Carry Symonds sarebbe convogliati a nozze alla fine del luglio 2022.

Invece non è andata così. I due hanno deciso di anticipare le nozze nello stesso mese di maggio e ieri, sabato 29, si sono sposati con una piccola cerimonia nella Cattedrale di Westminster.

La cerimonia, tanto in chiesa quanto poi a casa, si è svolta con il massimo degli invitati previsti dalle restrizioni per la pandemia di coronavirus. Nessun favoritismo neanche per il Primo Ministro, soprattutto perché nel Regno Unito il Covid-19 è tornato a spaventare: continua a diffondersi la variante indiana, costringendo al ricovero chi aveva effettuato solo la prima dose. In estate, fanno sapere tramite The Sun, si terrà una cerimonia più partecipata con amici e parenti.

Boris Johnson è al terzo matrimonio, ma questo in particolare segna una sorta di record: è il primo che avviene durante il mandato di un ministro dalla fine dell’Ottocento.

Iscriviti a Money.it