Bonus mobili 2016 giovani coppie: come funziona e come ottenerlo

Con la Legge di Stabilità 2016 è stato confermato il bonus mobili fino al 31 dicembre 2016. Novità anche per le giovani coppie.

Con la Legge di Stabilità è stato confermato il bonus mobili 2016: tale agevolazione fiscale è stata infatti prolungata fino al 31 dicembre 2016.
Nella finanziaria sono contenute novità anche per quanto riguarda le giovani coppie che abbiano comprato un immobile destinandolo come abitazione principale.
Vediamo di seguito quali sono le novità che riguardano il bonus mobili 2016 per le giovani coppie.

Bonus mobili 2016: chi ne usufruisce e come funziona
Il bonus mobili 2016 è un’agevolazione destinata a chi acquista mobili e elettrodomestici per la propria abitazione soggetta a ristrutturazione edilizia.
I destinatari del bonus possono beneficiare della detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute per l’acquisto dei beni. Il limite massimo è fissato a 10mila euro per ogni immobile.

Bonus mobili 2016 giovani coppie: chi può ottenerlo? Requisiti
Il bonus mobili 2016 giovani coppie è riservato, come accennato, alle coppie che acquistano arredi. Ma quali sono i requisiti da rispettare per poter ottenere tale agevolazione fiscale?
Una delle novità contenute nella Legge di Stabilità si riferisce proprio alla platea dei beneficiari che potranno fare richiesta del bonus.
Il bonus mobili 2016 giovani coppie, infatti, è destinato alle coppie sposate o conviventi da almeno 3 anni e in cui almeno uno dei componenti abbia meno di 35 anni che abbiano acquistato un immobile destinandolo ad abitazione principale. Chi rispetta tali condizioni, dunque, secondo quanto stabilito dalla Legge di Stabilità 2016, avrà diritto alla detrazione Irpef.

Bonus mobili 2016 giovani coppie, come funziona? Bonus anche senza ristrutturazione
Il bonus mobili consiste in una detrazione fiscale, ossia in una riduzione delle imposte che le persone fisiche pagano allo Stato attraverso la dichiarazione dei redditi. Tale sgravio si applica sull’acquisto di mobili finalizzati all’arredo di un immobile che sia in ristrutturazione. Una delle condizioni a cui il bonus mobili è quindi subordinato è la ristrutturazione edilizia.
La legge di Stabilità ha tuttavia introdotto una novità: le giovani coppie under 35 potranno usufruire del bonus mobili 2016 anche senza ristrutturazione edilizia nel caso di acquisto di un immobile che sia perfezionato entro il 31 dicembre 2016.
In questo modo il disegno di legge mira a incentivare l’acquisto di immobili da parte delle giovani coppie.

Bonus mobili 2016: quali sono gli arredamenti agevolabili?
Per quanto riguarda gli arredamenti che possono essere oggetto di agevolazione, tra questi troviamo anche gli elettrodomestici di classe A+, i forni di classe A e le attrezzature elettriche che riportano l’etichetta che indica l’efficienza energetica. Rimangono escluse invece le pavimentazioni. Ricompresi nella spesa per l’acquisto di mobili ci sono anche i costi di trasporto e montaggio, ma questi devono essere pagati nella stessa modalità stabilita per gli arredi.

Bonus mobili 2016: come ottenerlo?
Per quanto riguarda le modalità con cui i beneficiari possono ottenere il rimborso di quanto speso la Legge di Stabilità 2016 non ha apportato grosse novità.
La somma recuperata viene infatti restituita nella dichiarazione dei redditi, in rate annuali per una durata di dieci anni.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories