Bonus bebè 2016: come richiederlo, importi, requisiti, durata

Con l’approvazione della Legge di Stabilità è stato confermato il bonus bebè 2016. Di seguito tutto quello che c’è da sapere a riguardo: come richiederlo, quali sono i requisiti per ottenerlo, gli importi e la durata.

Grazie all’approvazione della Legge di Stabilità 2016 è stato confermato anche per il prossimo anno il bonus bebè 2016, una delle agevolazioni previste dal governo a favore delle famiglie aventi un reddito Isee basso.
Il bonus bebè 2016 è destinato ai genitori non solo naturali ma anche adottivi e consiste nell’erogazione mensile di un assegno a partire dalla data di nascita o di adozione di un bambino.
Come è possibile ottenere il bonus bebè 2016? Chi può richiederlo? Qual è l’importo? Di seguito una breve guida con tutto quello che c’è da sapere alla luce di quanto approvato dal Parlamento.

Bonus bebè 2016: requisiti
Per prima cosa vediamo chi può richiedere il bonus bebè 2016. Il bonus può essere richiesto da chi mette al mondo o adotta un figlio tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017. Esiste poi un requisito di natura economica per poter ottenere il bonus bebè 2016: l’incentivo è infatti erogato alle famiglie con Isee non superiore ai 25mila euro annui.
A presentare domanda deve essere uno dei due genitori conviventi con il figlio.

Bonus bebé 2016: gli importi
Per quanto riguarda gli importi del bonus bebè 2016 anche in questo caso a rilevare è l’Isee del nucleo familiare. Come per il 2015, infatti, anche per il prossimo anno il bonus ammonta a 960 euro pari a 80 euro al mese, e arriva a 160 euro al mese per i nuclei familiari con un Isee che non superi i 7mila euro annui.
Va ricordato, inoltre, che l’importo erogato con il bonus bebè 2016 non è soggetto a tassazione in quanto non concorre a formare reddito.

Bonus bebè 2016: quanto dura?
La durata del bonus bebè 2016 è di 36 mesi. Il bonus di 80 euro mensili viene quindi erogato per 36 mesi a partire dalla data di nascita (o di ingresso nel nucleo familiare qualora si tratti di adozione) fino al compimento del terzo anno di età del bambino.

Bonus bebè 2016: come richiederlo?
Vediamo ora come fare richiesta del bonus bebè 2016. Come anticipato, la domanda deve essere presentata da uno dei genitori convivente con il figlio. Il bonus va richiesto per via telematica all’Inps utilizzando gli appositi modelli predisposti dall’Istituto di previdenza.
La domanda online può essere inoltrata a partire dal giorno della nascita del bambino o del suo ingresso nel nucleo familiare e non oltre i 90 giorni.

Bonus bebè 2016, quando viene interrotto?
Esistono anche delle cause di interruzione del bonus bebè 2016. Tali ipotesi sono:
- il venir meno dei requisiti economici;
- la morte o la revoca dell’adozione del bambino;
- l’affido in via esclusiva del bambino al genitore che non ha fatto richiesta del bonus.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories