Black Lives Matter: che cosa significa?

Elisa Corpolongo

28/06/2021

28/06/2021 - 22:44

condividi

È ormai qualche anno che sentiamo parlare di Black Lives Matter in associazione a diversi fatti di cronaca: ma che cosa significa? Da dove prende origine?

Black Lives Matter: che cosa significa?

L’espressione Black Lives Matter si trova ormai ovunque nel web e non solo: anche il mondo dello sport è stato interessato dal significato del movimento con i calciatori in ginocchio agli europei.

L’espressione è nata ormai parecchi anni fa e circola sempre di più: ma che cosa significa Black Lives Matter? Da dove nasce e perché è così popolare ormai nel mondo?

Che cosa significa Black Lives Matter

Black Lives Matter significa letteralmente “Le Vite Nere Contano” . Questa frase a tutti gli effetti incarna il risvolto sociale e politico della questione.

All’atto pratico, infatti, Black Lives Matter è un movimento attivista sviluppatosi oramai a livello internazionale che si è originato all’interno della comunità afroamericana e che da sempre è impegnato nella lotta contro il razzismo, sia a livello sociale sia a livello politico, nei confronti di persone nere.

Le manifestazioni di Black Lives Matter sono ormai note su scala mondiale e protestano contro gli omicidi e le discriminazioni di persone nere avvenuti da parte della polizia, ma non solo: infatti, con l’espansione globale, le tematiche sono diventate più variegate, andando a coprire la profilazione razziale o etnica e la disuguaglianza razziale nei vari sistemi giuridici.

Le reazioni al Black Lives Matter

Il movimento si è originato negli Stati Uniti e ha fin da subito scaturito diverse reazioni a seconda dell’etnia di provenienza o dall’estrazione politica. In risposta al movimento, è nata l’espressione “All Lives Matter” , che significa “tutte le vite sono importanti” e anche «White Lives Matter», ossia «le vite dei bianchi sono importanti». Questo concetto, era stato tuttavia considerato da parte del movimento come un fraintendimento cardine rispetto al senso di Black Lives Matter.

Un’altra reazione era stata quella dell’hashtag #BluLivesMatter, usata invece dai sostenitori della polizia, dopo la sparatoria di due agenti a Ferguson. Anche in questo caso, comunque, il senso del messaggio lanciato dai vari gruppi prende origine proprio dal movimento americano Black Lives Matter.

Quando è nato Black Lives Matter

Il movimento non è molto antico, ma neppure recentissimo. Nasce nel 2013, dopo che un poliziotto su suolo americano di nome George Zimmerman era stato assolto dal processo in cui era stato coinvolto per aver sparato al giovane Trayvon Martin, morto in quell’occasione a soli 17 anni.

Come conseguenza, nei vari social media, aveva poi avuto origine #BlackLivesMatter a sostegno della vicenda riguardante il ragazzo e di tutte le circostanze simili.

L’espansione mondiale del movimento

La visibilità a livello nazionale è iniziata in seguito, nel 2014, dopo la morte di due afroamericani uccisi dalla polizia (Michal Brown e Eric Garner), ma la vera svolta della notorietà del movimento è avvenuta durante le elezioni presidenziali degli Stati Uniti d’America del 2016.

L’espansione a livello globale del senso del #BlackLivesMatter, che lo ha reso forse il più grande movimento della storia americana, è arrivata definitivamente con la morte di George Floyd, il 26 maggio 2020, a Minneapolis, dopo che un ufficiale di polizia si era inginocchiato sul suo collo.

Il manifesto di #BlackLivesMatter

Esistono dei principi guida del movimento che vengono condivisi da ogni persona che ne prende parte e manifesta in nome del Black Lives Matter e, in particolare:

  • creare una rete di sostegno tra neri su scala internazionale
  • rispettare e sostenere le differenze e le comunanze tra persone e popoli con empatia, giustizia, libertà e pace
  • rivendicazione di giustizia sociale per i neri in primis, poi per gli altri
  • identità nera come denominatore comune, oltre sesso, razza, genere, status economico, salute, religione, luoghi
  • lotta contro il “privilegio cisgender” a sostegno dei neri transessuali, uomini e donne
  • lotta al sessismo, alla misoginia e al patriarcato
  • promozione di famiglie estese e “villaggi” di supporto comunitario
  • sostegno e giustizia sociale per le madri nella famiglia
  • sostegno alle realtà gay
  • lotta contro le discriminazioni, in virtù di una rete intergenerazionale

Argomenti

# Donne

Iscriviti a Money.it