Bio-On può costruire lo stabilimento in Russia, il titolo sale

Il titolo è stato protagonista negativo nel corso dei mesi di luglio e agosto con una caduta di circa l’80% della quotazione

Bio-On può costruire lo stabilimento in Russia, il titolo sale

Inizio di settimana a marce ingranate per Bio-On su AIM Italia che beneficia delle notizie provenienti dal fronte russo.

L’azienda finita nell’occhio del ciclone lo scorso mese, oggi guadagna oltre il 10% a Piazza Affari sulla spinta dell’annuncio della partenza della fase di implementazione di un nuovo stabilimento produttivo in Russia. Il Gruppo TAIF JSC, attivo nel settore petrolchimico tradizionale, ha infatti comunicato l’inizio della fase operativa del progetto PHA da 10.000 tonnellate/anno che sarà implementato nella Repubblica del Tatarstan - Russia, sulla base dell’accordo di licenza proprio con Bio-On.

In base a tale accordo Bio-on ha completato il Process Design Package (PDP), previsto dal contratto di licenza, e reso disponibile la documentazione necessaria per la progettazione e la costruzione del nuovo impianto Pha che società esterne porteranno a compimento con un timing dettato dall’espletamento delle pratiche burocratiche necessarie, che hanno visto rilasciare recentemente l’autorizzazione alla costruzione da parte della società locale che ha la responsabilità di gestire l’intera area del distretto industriale di Alabuga sotto il diretto controllo della Presidenza della Repubblica del Tatarstan dove sorgerà l’impianto.

Il titolo è stato protagonista negativo nel corso dei mesi di luglio e agosto con una caduta di circa l’80% della quotazione. Dal massimo annuale di 62,80 euro segnato il 28 gennaio il titolo è crollato a 13 euro il 25 luglio in seguito ai duri attacchi del fondo hedge QCM.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Bio On SpA

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.