Beppe Sala: quanto guadagna davvero il sindaco di Milano

Quanto guadagna Beppe Sala? Guadagni, stipendio e proprietà del sindaco di Milano, a confronto con i suoi assessori.

Beppe Sala: quanto guadagna davvero il sindaco di Milano

Quanto guadagna Beppe Sala? Molti si chiedono a quanto ammonti lo stipendio del sindaco di Milano, in carica dal 2016 come primo cittadino del capoluogo lombardo.

Lo stesso Beppe Sala ha più volte affrontato la questione degli stipendi e dei guadagni dei politici, anche in risposta alla proposta del Movimento 5 Stelle sulla riduzione dello stipendio dei deputati: “Seguo con vero interesse la proposta di tagliare gli stipendi ai parlamentari, ma vorrei chiedere alla coppia Di Maio-Di Battista se è corretto che un parlamentare debba guadagnare di più del sindaco di Milano. Non penso lavori di più e non gestisce una complessità maggiore o si assume più rischi”.

La polemica sui guadagni e le proprietà di Beppe Sala e del suo staff aveva movimentato l’opinione pubblica già durante la sua candidatura alle amministrative di Milano nel 2015, quando il futuro sindaco aveva reso pubblico il proprio stipendio, commentando: “Invito gli altri candidati a sindaco a fare altrettanto.

In questo articolo l’attuale stipendio del sindaco di Milano, le sue proprietà e i guadagni per le attività fuori dalla politica.

Beppe Sala: patrimonio e guadagni del sindaco di Milano

Beppe Sala nasce come manager e amministratore di diverse società italiane, tra le più importanti del mercato nazionale. Tra queste Tim e Pirelli, dove inizia la propria carriera nel mondo del business dopo la laurea in Economia aziendale all’Università Bocconi.

In qualità di uomo d’affari, Beppe Sala ha diversi introiti come consulente per le aziende, come si evince dal suo modello 730 del 2014, che l’attuale sindaco di Milano aveva pubblicato online durante le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale lombardo.

Secondo quanto dichiarato, Beppe Sala detiene diversi immobili in Italia e all’estero, tra cui:

  • il 12,5% di tre immobili tutti situati a Varedo (Monza-Brianza)
  • una casa in Svizzera, dal valore dichiarato 1.372.033 euro

L’imponibile lordo dei redditi di Beppe Sala per il 2013 è di 410.305,00 euro, che denota come il sindaco di Milano potesse contare su ottimi guadagni già prima della sua carica pubblica.

Quanto guadagna Beppe Sala: stipendio da sindaco

Per quel che riguarda lo stipendio di Beppe Sala in qualità di sindaco, è lo stesso Comune di Milano a rendere noti i guadagni del primo cittadino.

Nella pagina dedicata all’amministrazione trasparente del capoluogo lombardo è infatti presente la situazione patrimoniale e reddituale del sindaco e del suo staff, divisa per ogni anno di carica e per componente.

Nella dichiarazione di Beppe Sala per il 2019, ad esempio, il reddito imponibile è di 114.741,00 euro, a cui si sommano le quote (al 20%) della società Kenergy Spa.

Comune di Milano: stipendio degli assessori

Beppe Sala però non è il più ricco tra i membri in carica al Comune di Milano, nella cui classifica di colloca “solo” al terzo posto.

Davanti a lui troviamo infatti l’assessore allo sport Roberta Guaineri, che ha dichiarato un reddito per l’anno 2018 di 388 mila euro. A seguirla, al secondo posto, l’assessore al bilancio Roberto Tasca, con quasi 178 mila euro.

Entrambi gli assessori hanno un guadagno più alto del primo cittadino.

Leggi anche:

> Quanto guadagna un sindaco: stipendio variabile in base alla dimensione del Comune
> Virginia Raggi: quanto guadagna il sindaco di Roma?

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Beppe Sala

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.