Ballottaggio Piacenza 2022, i risultati ufficiali: Tarasconi nuova sindaca

Alessandro Cipolla

27/06/2022

27/06/2022 - 13:49

condividi

Elezioni amministrative Piacenza 2022, i risultati ufficiali del ballottaggio: Katia Tarasconi del centrosinistra è la nuova sindaca dopo la vittoria su Patrizia Barbieri.

Ballottaggio Piacenza 2022, i risultati ufficiali: Tarasconi nuova sindaca

Risultati ballottaggio delle elezioni amministrative Piacenza 2022: si è concluso lo spoglio dei voti con Katia Tarasconi del centrosinistra che è stata eletta nuova sindaca. L’affluenza definitiva alle ore 23:00 è stata del 42,18%, in calo rispetto al primo turno.

Katia Tarasconi dopo essere finita in testa al primo turno delle elezioni amministrative a Piacenza, al ballottaggio ha avuto la meglio con il 53,46% sulla sindaca uscente Patrizia Barbieri.

Elezioni Piacenza 2022: i risultati del ballottaggio

Lo spoglio dei voti del ballottaggio delle elezioni amministrative a Piacenza è iniziato alle ore 23 di domenica 26 giugno. Questi sono i risultati parziali dopo lo spoglio di 108 sezioni su 108.

CandidatoPercentuale
Katia Tarasconi 53,46%
Patrizia Barbieri 46,54%

I risultati del primo turno

Sono stati in totale sei i candidati in campo in queste elezioni amministrative Piacenza 2022. Questi sono i risultati ufficiali dopo lo scrutinio di 108 sezioni su 108.

CandidatoListePercentualeSeggi
Patrizia Barbieri Lega (6,70%), Fratelli d’Italia (12,77%), Forza Italia (3,27%), Patrizia Barbieri sindaco (15,49%) 37,72% 9
Maurizio Botti Piacenza rinasce (1,90%) 1,92% /
Stefano Cugini Movimento 5 stelle (2,06%), Europa verde (2,32%), Alternativa per Piacenza (4,11%), @Sinistra (1,97%) 10,70% 2
Samantha Favari Movimento 3V (1,38%) 1,43% /
Corrado Sforza Fogliani Liberali piacentini (8,32%) 8,30% 1
Katia Tarasconi Partito democratico (14,86%), Azione (1,56%), Piacenza oltre (3,97%), Piacenza coraggiosa (4,40%), Pensionati piacentini (0,60%), Katia Tarasconi-Lista civica per Piacenza (14,32%) 39,93% 20

La legge elettorale

Fatta eccezione per le regioni a statuto speciale dove possono esserci dei cambiamenti, la legge elettorale delle elezioni amministrative in Italia è di stampo maggioritario per quanto riguarda l’elezione del sindaco, mentre la ripartizione dei consiglieri avviene in maniera proporzionale.

Essendo Piacenza un Comune con più di 15.000 abitanti, se nessun candidato al primo turno dovesse ottenere la maggioranza assoluta allora si procederà a un ballottaggio tra i due più votati. Nel caso si dovesse verificare una perfetta parità nel testa a testa, sarà eletto sindaco il candidato più anziano.

Per garantire la formazione di una maggioranza solida e di conseguenza una sostanziale governabilità, alle liste collegate al candidato sindaco risultato vincitore verrà attribuito il 60% dei seggi. I restanti posti nel Consiglio verranno poi assegnati alle altre liste in maniera proporzionale attraverso il “metodo D’Hondt”.

Alla divisione dei seggi, si andranno a eleggere nel totale 32 consiglieri escluso il sindaco, saranno ammesse tutte le liste e i gruppi di liste di candidati che avranno superato la soglia di sbarramento del 3% dei voti validi.

Per quanto riguarda le modalità di voto, nei comuni con più di 15.000 abitanti è ammesso il voto disgiunto, con l’elettore che potrà esprimere fino a due preferenze mantenendo però la parità di genere (un uomo e una donna).

I candidati

Alle elezioni amministrative a Piacenza del 2017, l’avvocato Patrizia Barbieri con una netta vittoria al ballottaggio (58% del totale dei voti) è riuscita a riportare il centrodestra alla guida della città.

In vista delle elezioni 2022 ci sarà una candidatura bis per la prima cittadina: al suo fianco dovrebbero esserci compatti tutti i partiti, anche se la richiesta da parte della sindaca di un forte rinnovamento nelle liste starebbe provocando più di una fibrillazione.

Quando sembrava fatta per una intesa tra il Partito Democratico e Alternativa per Piacenza, ecco invece che a Piacenza nel centrosinistra tutto è cambiato: i dem punteranno su Katia Tarasconi che sarà sostenuta anche da Articolo 1, ER Coraggiosa, Italia viva, Azione e diverse liste civiche.

Ad Alternativa per Piacenza a quel punto non è rimasto che continuare per la propria strada con Stefano Cugini come candidato, trovando poi il prezioso sostegno da parte del Movimento 5 stelle.

In queste elezioni amministrative sarà in campo per la lista Piacenza rinasce anche Maurizio Botti, medico in pensione che durante questi mesi ha portato avanti diverse proteste contro il green pass.

In campo anche gli scettici verso i vaccini del Movimento 3V con Samantha Favari come candidata sindaco, mentre i Liberali piacentini hanno deciso di puntare su Corrado Sforza Fogliani.

Iscriviti a Money.it