Azioni Telecom in calo: attesa per la riunione del Comitato Nomine. Cattaneo sarà ad?

Azioni Telecom in ribasso in attesa di news dalla riunione del Comitato Nomine. Cattaneo in pole per sostituire Patuano. Ecco i pareri di Moody’s e Fitch sul cambio vertice.

Le azioni Telecom registrano un -0,94% in avvio di seduta della Borsa Italiana a quota 1,005€. La seduta di oggi sarà molto importante per la società di telecomunicazioni, la giornata odierna infatti prevede la riunione del Comitato Nomine e Remunerazioni per individuare il nuovo amministratore delegato dopo le dimissioni di Marco Patuano. Il nome più papabile sembra quello di Flavio Cattaneo, attuale CEO di Ntv, nonostante le smentite nei giorni scorsi dell’azienda di trasporti ferroviari.

Sembrerebbe sfumata invece la candidatura di Maximo Ibarra, numero 1 di Wind, dopo che la stessa società ha reso noto che il dirigente è completamente impegnato nella fusione con 3. Nel frattempo, sono arrivati pareri contrastanti da parte di Fitch e Moody’s.

Azioni Telecom: oggi riunione del Comitato Nomine per decidere nuovo ad

Oggi sarà una giornata molto importante per Telecom Italia. E’ prevista in giornata la riunione del Comitato Nomine e Remunerazioni della società di telecomunicazioni, volta a scegliere il sostituto dell’ex-ad Marco Patuano.

Il Comitato è composto dal presidente Davide Benello, il CEO di Vivendi Arnaud de Puyfontaine, il COO della società francese Stephane Roussel, Luca Marzotto e Denise Kingsmill.

Nei giorni scorsi si erano rincorse diverse candidature per il nuovo ad di Telecom Italia. In pole position sembra esserci Flavio Cattaneo, attuale CEO di Nuovo Trasporto Viaggiatori.

Telecom: Flavio Cattaneo di Ntv favorito per la carica di nuovo ad

Da indiscrezioni di stampa, Cattaneo starebbe trattando l’uscita dal gruppo ferroviario italiano. L’ad di Ntv è attualmente amministratore indipendente di Telecom ed una sua nomina alla carica di ad richiederebbe un bilanciamento nel cda dell’azienda di telecomunicazioni.

Tuttavia, sembra che non ci sia la volontà di cooptare Cattaneo nel caso di una sua nomina ad amministratore delegato e questo farebbe in modo di diminuire il numero di consiglieri del cda da 17 a 16 elementi.

Comunque, al cda stesso spetterà l’ultima parola per decidere che diventerà la nuova guida di Telecom. Il board dovrebbe riunirsi dopo Pasqua o al massimo entro il 12 aprile prossimo.

Telecom: Patuano ieri in Consob, vicina una sua nomina a capo di Stm

Ieri invece, l’ex-ad Marco Patuano è andato in Consob probabilmente per fornire chiarimenti sulle sue dimissioni e sul ruolo che Vivendi ha avuto in merito.

Per quel che riguarda Patuano, sembrerebbe molto vicina una sua nomina come capo operativo di Stm il cui titolo ieri aveva festeggiato il potenziale arrivo dell’ex-dirigente Telecom.

Telecom: Vivendi interessata più a Mediaset?

Sul fronte Vivendi invece, circolano rumors sul fatto che la società francese sia più interessata a Mediaset che non a Telecom. L’attuale partecipazione detenuta da Vivendi nell’azienda di telecomunicazioni italiana, permetterebbe l’acquisto al 100% della società di proprietà della famiglia Berlusconi.

Se l’ad di Vivendi, Vincent Bollorè, decidesse di vendere la quota Telecom, ad esempio ad Orange, sarebbe in grado di avanzare un’offerta a Mediaset che il Cavaliere difficilmente potrebbe rifiutare.

Azioni Telecom: no a downgrade dopo uscita di Patuano - Fitch

Tornando sulla questione amministratore delegato, Fitch e Moody’s si sono espresse sull’argomento.

Fitch ritiene che le dimissioni di Patuano non comportino alcun impatto sull’attuale rating di Telecom (BBB-) e nemmeno sull’outlook che attualmente si mantiene stabile.

Fitch ritiene che, nonostante le dimissioni dell’ad, non ci siano cambiamenti sostanziali nella strategia societaria che rimarrà focalizzata sul mantenimento delle posizioni di mercato e sul graduale miglioramento della posizione finanziaria.

Azioni Telecom: dimissioni Patuano negative per la società - Moody’s

Di diverso avviso Moody’s che invece reputa negative le dimissioni di Patuano dal ruolo di ad. Il cambio di vertice arriva in un momento in cui Telecom sta cercando di migliorare l’operatività e di eseguire importanti programmi accelerati di investimento per migliorare la futura competitività.

Secondo l’agenzia di rating, le dimissioni di Patuano potrebbero apportare potenziali rischi sulla capacità di Telecom di realizzare gli attuali piani di sviluppo anche se al momento non ritiene di dover cambiare il rating Ba1 con outlook negativo.

Azioni Telecom: analisi tecnica di breve periodo

Nel frattempo, le azioni Telecom registrano una flessione del -0,94% a quota 0,997€. La configurazione grafica sembra positiva nel breve, visto che la media mobile a 21 periodi ha incrociato a rialzo quella di medio termine.

I volumi di scambio degli ultimi giorni sono sotto la media, ad evidenziare come il mercato stia attendendo novità sul fronte amministratore delegato.

Gli indicatori tecnici suggeriscono una fase laterale con contorni negativi. Il RSI si muove poco al di sopra del valore di neutralità, mentre il MFI si sta dirigendo verso l’area di ipervenduto.

Le azioni Telecom al momento si trovano vicino all’incrocio delle medie mobili di breve e medio periodo che dovrebbe funzionare da supporto psicologico, anche se un livello più importante di supporto è quello fornito dalla linea gialla a quota 0,975€ dove sembra plausibile un appoggio in attesa di newsflow sui vertici societari.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.