Eni in corsa a Piazza Affari: ci sono due novità

Violetta Silvestri

21 Marzo 2022 - 11:06

condividi

Azioni Eni avanzano con un balzo di oltre il 2% oggi a Milano: a spingere il titolo due importanti novità comunicate dal colosso energy. Decarbonizzazione e nuove scoperte in primo piano.

Eni in corsa a Piazza Affari: ci sono due novità

Azioni Eni spiccano oggi negli scambi di Milano: tutti i petroliferi guadagnano, spinti dal prezzo del petrolio.

A muovere il cane a sei zampe sono anche due importanti notizie comunicate ufficialmente dalla società: nuove scoperte in Algeria e una collaborazione per accelerare la decarbonizzazione.

Le azioni Eni scambiano a 13,03 euro con un balzo del 2,39% alle ore 10.38.

Azioni Eni in rally: nuove scoperte in Algeria

In una nota ufficiale del 20 marzo, Eni ha reso noto di:

“una importante scoperta ad olio e gas associato nella concessione Zemlet el Arbi, nel bacino del Berkine Nord nel deserto algerino. La concessione è operata dalla Joint Venture tra Eni (49%) e Sonatrach (51%). Le stime preliminari per le risorse di questa nuova scoperta ammontano a circa 140 milioni di barili di olio in posto.”

Nel comunicato si legge che nelle operazioni per testare la produzione, il pozzo ha erogato 7000 barili/giorno di olio e 140.000 metri cubi/giorno di gas associato.

Questo pozzo HDLE-1 risulta soltanto il primo di una campagna di esplorazione più ampia che intende perforare 5 pozzi nelle concessioni del Berkine Nord.

Sulla base di tale scoperta, il colosso italiano e Sonertach daranno il via a studi e analisi per velocizzare la produzione.

La presenza in Algeria è rilevante per il business Eni, tanto che la società è la più importante sul territorio nazionale. Con questa scoperta, si rafforza il suo peso. Le azioni Eni viaggiano sui 13,06 euro con un +2,61% alle ore 10.54.

Eni-Air Liquid: accordo per decarbonizzazione

Oggi, lunedì 21 marzo, la società dell’ad Descalzi ha comunicato anche una collaborazione con Air Liquid per “soluzioni di decarbonizzazione, concentrate sui settori industriali hard-to-abate, nella regione mediterranea dell’Europa. Le due aziende uniscono le forze combinando le loro competenze consolidate e il loro know-how per consentire la cattura, l’aggregazione, il trasporto e lo stoccaggio permanente della CO2.”

Nell’ambito di questa intesa, gli obiettivi saranno l’identificazione dei bacini di industrie hard-to-abate e la definizione di adeguate configurazioni per dare vita a un programma di cattura e sequestro di CO2 su larga scala.

Air Liquid si occuperà di soluzioni innovative per l’abbattimento di anidride carbonica, puntando sulla sua tecnologia CryocapTM, che cattura fino al 95% delle emissioni di CO2 dagli impianti industriali.

Eni avvierà la ricerca di siti per lo stoccaggio permanente di anidride carbonica nel Mediterraneo. Il titolo mantiene un guadagno in Borsa di oltre il 2% mentre si scrive.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO