Autoliquidazione INAIL 2018: istruzioni e scadenza

Francesco Oliva

7 Febbraio 2018 - 06:44

condividi

Autoliquidazione INAIL in scadenza il prossimo 16 febbraio 2018: ecco le istruzioni per il calcolo.

Autoliquidazione INAIL 2018: istruzioni e scadenza

Il prossimo 16 febbraio 2018 è il termine di scadenza dell’autoliquidazione INAIL 2018.

Si tratta di un adempimento con cui le aziende soggette ad assicurazione pubblica obbligatoria calcolano gli importi da versare all’INAIL. Soggetti obbligati sono tutte le aziende con dipendenti e le ditte artigiane senza dipendenti. In caso di mancato adempimento sono previste importanti sanzioni, sia con riferimento al mancato/tardivo pagamento che rispetto all’obbligo di comunicazione dei salari all’INAIL medesima.

Ecco le istruzioni per il calcolo dell’autoliquidazione INAIL in scadenza il prossimo 16 febbraio 2018.

Autoliquidazione INAIL 2018 in scadenza il prossimo 16 febbraio

Con la circolare operativa dello scorso 22 gennaio l’INAIL ha fornito tutte le istruzioni per il calcolo dell’autoliquidazione 2018.

Dal punto di vista procedurale occorre procedere come segue:

  • effettuare il calcolo del premi anticipato per l’anno in corso e il saldo relativo all’anno 2017 sulla base degli stipendi effettivamente erogati dall’azienda;
  • sommare il premio risultante dalla somma delle due componenti di cui sopra, eventualmente al netto di riduzioni e/o agevolazioni contributiva;
  • versare quanto dovuto mediante modello F24.

L’autoliquidazione sarà successivamente oggetto di invio telematico mediante i servizi online del sito INAIL.

Autoliquidazione INAIL 2018: versamento in un’unica soluzione o in quattro rate con modello F24

Il versamento derivante dall’autoliquidazione INAIL può essere effettuato in un’unica soluzione ovvero in quattro rate mediante modello F24.

Nel caso del versamento con quattro rate occorre maggiorare l’importo calcolato degli interessi di dilazione, operando i singoli pagamenti entro le seguenti scadenze:

  • prima rata entro il 16 febbraio 2018 (senza interessi);
  • seconda rata entro il 16 maggio 2018;
  • terza rata entro il 20 agosto 2018;
  • quarta rata entro il 16 novembre.

Per la compilazione del modello F24 relativo al versamento INAIL si consiglia sempre di controllare i codici evidenziati nell’apposita pagina messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Autoliquidazione “provvisoria” in attesa dell’aggiornamento delle tariffe

Si ricorda che il premio INAIL oggetto di calcolo per il versamento in scadenza il prossimo 16 febbraio è da considerarsi “provvisorio”.

Come anticipato dalla stessa INAIL nella guida all’autoliquidazione 2018, infatti, il premio dovrà poi essere aggiornato alle nuove tariffe che saranno approvate con apposito decreto.

Argomenti

# INAIL
# Lavoro

Iscriviti a Money.it