Quanto guadagna Attilio Fontana? Stipendio e soldi del governatore della Lombardia

La biografia, lo stipendio e i guadagni di Attilio Fontana, il governatore leghista della Lombardia tra i personaggi in prima linea nell’emergenza coronavirus e ora indagato per frode nelle pubbliche forniture nella vicenda dei camici.

Quanto guadagna Attilio Fontana? Stipendio e soldi del governatore della Lombardia

Tempi difficili per Attilio Fontana. Dopo essere stato investito dalle polemiche sulla sua gestione dell’emergenza coronavirus in Lombardia, il governatore della Lega è ora indagato dalla Procura di Milano per turbata libertà del contraente e frode nelle pubbliche forniture nell’inchiesta sulla fornitura da mezzo milione di euro di camici e altro materiale sanitario.

Da quando è scoppiata l’emergenza coronavirus, con la Lombardia che in Italia ha tristemente contato il maggior numero di contagiati e morti, anche in questa seconda ondata il governatore si trova in prima linea per cercare di contenere la diffusione del virus nella sua regione.

Di recente è finito anche nel mirino degli inquirenti milanesi per la vicenda dei camici forniti alla Lombardia dalla società Dama, guidata dal cognato Andrea Dini, ma anche per i 5,3 milioni di euro di fondi gestiti fino al 2015 da due trust alle Bahamas e poi scudati grazie alla voluntary disclosure.

Indagando per la vicenda dei camici, è spuntata fuori pure la questione del conto in Svizzera del Presidente, soldi provenienti dalle Bahamas che sono stati scudati dal governatore nel 2015 e usati poi per tentare di “risarcire” il cognato per il mancato incasso

In precedenza c’era stata la vicenda dell’inchiesta sulla maxi reti di tangenti in Lombardia. Dopo essere stato inizialmente coinvolto come parte offesa, adesso pure il governatore è indagato per abuso d’ufficio.

Fontana che è anche uno stimato avvocato, secondo gli inquirenti avrebbe commesso il reato di abuso d’ufficio nella nomina in Regione di Luca Marsico, suo socio nello studio legale.

La biografia di Attilio Fontana

Prima che come politico Attilio Fontana in Lombardia era noto come avvocato, soprattutto dopo aver aperto uno studio insieme a Luca Marsico, anche lui con un passato in politica essendo stato consigliere regionale con Forza Italia.

Sposato due volte con tre figli, la più grande nata dalla prima moglie è anche lei avvocato, il suo ingresso in politica è datato 1995 quando entra a far parte dell’allora Lega Nord diventando sindaco di Induno Olona.

Nel 2000 avviene il passaggio in Regione dove per sei anni ricopre il ruolo di Presidente del Consiglio Regionale, prima di candidarsi nel 2006 a Varese, sua città natale, dove rimane sindaco per due mandati fino al 2016.

A inizio 2018 quando a sorpresa Roberto Maroni annuncia di non volersi presentare di nuovo alle regionali in Lombardia, per volere della Lega è lui il candidato del centrodestra. Alle urne Attilio Fontana viene eletto con il 49,75% dei voti, battendo così il principale sfidante Giorgio Gori del centrosinistra.

A maggio 2019 quando scoppia il caso della vasta rete di tangenti che coinvolgerebbe in Lombardia politici, imprenditori e funzionari, compresi esponenti di Forza Italia, inizialmente la sua posizione era quella di parte offesa dopo aver subito un tentativo di corruzione comunque non denunciato.

Neanche 24 ore dopo, la posizione di Attilio Fontana è però cambiata venendo indagato per abuso d’ufficio per la nomina di Luca Marsico in Regione, dopo che il suo socio non era stato rieletto alle ultime elezioni.

Con lo scoppio dell’emergenza coronavirus il governatore si è trovato a fronteggiare una crisi senza precedenti in Lombardia, venendo sentito dai pm di Bergamo come persona informata sui fatti nella vicenda della mancata istituzione della zona rossa in Val Seriana.

A seguito di una indagine della trasmissione Report, Fontana è ora indagato per turbata libertà del contraente e frode nelle pubbliche forniture nell’inchiesta sulla fornitura da mezzo milione di euro di camici e altro materiale sanitario.

La commessa alla Dama, guidata dal cognato Andrea Dini e dove la moglie del governatore detiene il 10% delle quote, sarebbe avvenuta senza gara d’appalto venendo trasformata poi in donazione ma per l’accusa solo dopo che Report ha iniziato a indagare sulla vicenda.

Ma qual è il reato? Di solito le persone finiscono indagate perché prendono dei soldi illecitamente - si difeso Fontana sulla vicenda camici - Io invece rischio di passare alla storia come il primo politico che viene indagato perché i soldi ha cercato di versarli”.

Lo stipendio

Dal 2018 Attilio Fontana è il governatore della Lombardia. Per questo ruolo stando a Truenumbers, il leghista andrebbe a percepire uno stipendio pari a 13.245 euro lordi al mese, meno del tetto massimo di 13.800 euro stabilito per un Presidente di Regione.

Nel dettaglio, Fontana andrebbe a incassare ogni mese 6.347 euro per l’indennità di carica, 2.700 per l’indennità di funzione e 4.218 euro per il rimborso spese per l’esercizio di mandato.

Stando a quanto riportato da Il Giorno, nel 2009 quando era sindaco di Varese la sua dichiarazione dei redditi recitava un reddito pari a 207.325 euro. Nella dichiarazione 2017 invece la cifra è salita a 294.000 come scritto da La Provincia di Sondrio.

Negli sviluppi dell’inchiesta sui camici, sono spuntati fuori un conto in Svizzera all’Ubs per Fontana e 5,3 milioni di euro scudati da due trust alle Bahamas, utilizzando nel 2017 la legge sulla voluntary disclosure e regolarizzando così il denaro ricevuto in eredità dalla madre nel 2005.

Nelle dichiarazioni richieste dalle norme sulla trasparenza sono riportati nel dettaglio i miei patrimoni - si è difeso il governatore su Facebook - non vi è nulla di nascosto e non vi è nulla su cui basare falsi scoop mediatici”.

Nella sua ultima dichiarazione dei redditi del 2019, relativa al 2018 come periodo di imposta anno in cui è diventato governatore, il reddito complessivo per Fontana è stato di 229.998 euro, in aumento rispetto alla dichiarazione 2018 quando invece il reddito era di 178.826.

Dichiarazione redditi 2019 Fontana
La dichiarazione dei redditi 2019 di Attilio Fontana

Nella dichiarazione dello stato patrimoniale 2018 che fa riferimento al 2017, alla voce riguardante la consistenza degli investimenti viene indicato un mandato fiduciario misto dal valore di 4.456.417,98 euro.

Situazione patrimoniale Fontana 2018
La situazione patrimoniale di Attilio Fontana dichiarata nel 2018

Iscriviti alla newsletter

Money Stories