Atac ad un passo dal fallimento, che fa la Giunta Raggi?

Sara Catalini

14 Settembre 2016 - 14:05

condividi

La disastrosa situazione di Atac a Roma pone un interrogativo: il fallimento potrebbe essere l’unica via percorribile? Che fa la Giunta Raggi nel frattempo?

Atac è a un passo dal fallimento, l’azienda di trasporti pubblica di Roma si ritrova un buco di 40 milioni di euro nel bilancio 2016. Che fa la Giunta Raggi nel frattempo?

I numeri del 2015 parlavano chiaro: 80 milioni di perdite, in calo le corse, anche delle metropolitane. La situazione di Atac non sembra affatto migliorata, e ci si chiede se la Giunta pentastellata del neo sindaco di Roma Virginia Raggi, reduce di un recente scandalo legato al caso Muraro, saprà risollevare il destino in bilico di Atac.

La crisi attraversata da Atac che ormai sembra senza fine si spiega in parte con “una minore offerta di servizio dovuta alla revisione delle linee e al sottodimensionamento di personale e mezzi; le interruzioni del servizio attribuibili anche alla accentuata conflittualità sindacale; il calo della domanda influenzata dai minori flussi turistici e dal maggior uso del mezzo privato”, come spiegato nel report dello scorso anno che fotografava la condizione dell’azienda.

Il fallimento di Atac sembra annunciato, con le ultime dimissioni del dg Atac Marco Rettighieri e dell’amministratore unico Armando Brandolese, sembra proprio che ci troviamo di fronte ad una svolta.

Un elemento determinante nella crisi di Atac è il gap tra chilometri realmente percorsi dagli autobus e quelli programmati.

Il Comune di Roma paga all’azienda circa 5,2 euro per ciascun chilometro di percorso, ma vista la forte diminuzione ci si aspetta una colata a picco a fine anno.

Vediamo ora nel dettaglio qual è la situazione di Atac e cosa si prospetta per il futuro dell’azienda.

Atac: il fallimento è l’unica soluzione?

Tra le tante cause che porterebbero Atac al fallimento ci sarebbe il dirottamento dei soldi destinati alla messa a norma dei bus verso i lavori gonfiati della Metro C.

Atac inoltre fronteggerà nuovi pignoramenti nel 2016 per un importo che dovrebbe superare i 100 milioni di euro nel 2017.

La Giunta Raggi una volta passato il periodo nero attuale dovrebbe volgere uno sguardo attento alla situazione, la cui unica soluzione per interrompere lo spreco di soldi potrebbe essere il fallimento.

Solo nel mese di luglio 2016 Atac ha effettuato il 15% di servizio in meno rispetto a quello programmato e le previsioni sono anche peggiori dei dati precedenti.