Assunzione disabili incentivo 2016: ecco la guida completa con le istruzioni dell’Inps

Assunzione disabili incentivo 2016: che cos’è e come si richiede l’incentivo previsto per l’assunzione di lavoratori disabili? Ecco la guida completa aggiornata al 2016.

Assunzione disabili incentivo 2016: che cos’è e come si richiede l’incentivo previsto per l’assunzione di lavoratori disabili?

A partire dal 1 gennaio 2016 è in vigore un nuovo incentivo per le assunzioni dei disabili volto a favorire l’occupazione dei lavoratori affetti da disabilità.

Tale incentivo per l’assunzione di lavoratori disabili viene erogato dall’Inps e deve essere richiesto attraverso un’apposita procedura telematica.

Come spiegato dall’Inps nella circolare n. 99/2016, per poter usufruire dell’incentivo previsto per le assunzioni di lavoratori disabili occorre da parte dei datori di lavoro:

  • l’adempimento degli obblighi contributivi;
  • l’osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro;
  • il rispetto degli altri obblighi di legge;
  • il rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali e territoriali o aziendali;
  • il rispetto delle condizioni generali in materia di fruizione degli incentivi
  • l’incremento netto dell’occupazione, rispetto alla media della forza occupata nell’anno precedente l’assunzione o la trasformazione;
  • il rispetto delle condizioni generali di compatibilità con il mercato interno.

L’incentivo è autorizzato dall’Inps fino all’esaurimento delle risorse stanziate dal Governo.

Assunzioni disabili: quali datori di lavoro ricevono l’incentivo?

Possono usufruire del nuovo incentivo tutti i datori di lavoro privati anche non imprenditori e gli enti pubblici economici c.d. EPE.

L’incentivo spetta anche ai datori di lavoro che non sono soggetti all’obbligo di assunzione obbligatoria previsto dalla Legge n. 68/1999, che prevede le “norme per il diritto al lavoro dei disabili”.

Per i datori di lavoro che assumono persone affette da disabilità viene riconosciuto un incentivo di tipo economico rapportato alla retribuzione lorda imponibile ai fini previdenziali.

L’importo dell’incentivo cambia a seconda del grado e della tipologia di riduzione della capacità lavorativa del lavoratore disabile assunto.

Assunzioni disabili: quali sono le assunzioni incentivate?

L’incentivo viene riconosciuto solo per l’assunzione delle seguenti categorie di lavoratori disabili:

  • con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o minorazioni ascritte dalla 1 alla 3 categoria indicate nelle tabelle del testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra;
  • con una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79% o minorazioni ascritte dalla 4 alla 6 categoria indicate nelle tabelle del testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra;
  • con disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%.

Sono escluse dall’erogazione dell’incentivo le assunzioni di tutte le altre categorie protette di lavoratori disabili non rientrano nell’elenco sebbene abbiano diritto al collocamento obbligatorio.

L’incentivo spetta per tutte le assunzioni a tempo indeterminato e per le trasformazioni di un rapporto a termine anche a tempo parziale, in un rapporto a tempo indeterminato che decorrono dal 1° gennaio 2016.

Inoltre l’incentivo può spettare anche nel caso di assunzioni a termine con durata non inferiore a 12 mesi per i lavoratori con disabilità intellettiva e psichica con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%.

L’incentivo per le assunzioni di disabili viene riconosciuto anche nei seguenti casi:

  • rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo stretto con una cooperativa di lavoro;
  • rapporti di lavoro a domicilio presso il domicilio del lavoratore o in un altro locale di cui abbia disponibilità;
  • assunzioni a tempo indeterminato a scopo di somministrazione a tempo determinato che indeterminato.

Assunzione disabili: misura e durata dell’incentivo

La misura dell’incentivo per l’assunzione dei disabili cambia in base alle caratteristiche del lavoratore assunto e del rapporto di lavoro instaurato.

L’incentivo è calcolato su una percentuale della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali:

  • pari al 70% per i lavoratori disabili assunti a tempo indeterminato che abbiano una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o minorazioni ascritte dalla 1 alla 3 categoria indicata nelle tabelle annesse al testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra;
  • pari al 35% per i lavoratori disabili che abbiano una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79% o minorazioni ascritte dalla 4 alla 6 categoria indicata nelle tabelle annesse al testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra;
  • pari al 70% per i lavoratori con disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%.

Per quanto riguarda la durata, l’incentivo spetta:

per 36 mesi per le prime due categorie di disabili;

per 60 mesi per l’assunzione a tempo indeterminato per la terza categoria ovvero per tutta la durata del rapporto per le assunzioni a tempo determinato con durata non inferiore a 12 mesi.

Assunzioni disabili: come fare domanda per l’incentivo?

I datori di lavoro devono seguire il seguente procedimento al fine di ottenere l’incentivo previsto per le assunzioni dei disabili.

1. Va inviata all’Inps una domanda preliminare di ammissione all’incentivo, indicando:

  • i dati identificativi del lavoratore da assumere;
  • la tipologia di disabilità;
  • la tipologia di rapporto di lavoro e, se a tempo determinato, la sua durata;
  • l’importo dell’imponibile lordo annuo ed il numero di mensilità.

2.La richiesta può essere inviata sia per le assunzioni in corso dall’1 gennaio 2016 sia per i rapporti di lavoro non ancora iniziati.

3. La domanda deve essere inviata solo con il modulo di istanza on-line “151-2015" all’interno dell’applicazione “DiResCo - Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente” disponibile sul sito www.inps.it.

Il modulo è accessibile seguendo il percorso:

  • “servizi on line”;
  • “per tipologia di utente”;
  • “aziende, consulenti e professionisti”;
  • “servizi per le aziende e consulenti” (autenticazione con codice fiscale e pin);
  • “dichiarazioni di responsabilità del contribuente”.

4. L’Inps verifica le risorse disponibili ed entro 5 giorni dall’invio della domanda comunica l’importo dell’incentivo prenotato in favore del datore di lavoro. La comunicazione è accessibile all’interno dell’applicazione “DiResCo”.

5. Il datore di lavoro deve procedere all’assunzione del disabile entro 7 giorni dalla ricezione della comunicazione di prenotazione positiva dell’Inps.

6. Il datore di lavoro deve comunicare l’avvenuta stipulazione del contratto di lavoro entro 14 giorni chiedendo la conferma della prenotazione effettuata in suo favore.

L’inps ricorda che i termini suddetti sono perentori. In caso di inosservanza il datore di lavoro perde gli importi prenotati.

L’incentivo per l’assunzione dei disabili può essere fruito in quote mensili dal datore di lavoro mediante conguaglio nelle denunce contributive.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories