Assegno di vedovanza: non basta essere vedovi per averlo

Lorenzo Rubini

20 Gennaio 2021 - 14:57

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’assegno di vedovanza spetta a tutti gli inabili al lavoro che percepiscono pensione di reversibilità. Ma non spetta a tutti.

Assegno di vedovanza: non basta essere vedovi per averlo

L’assegno di vedovanza è l’ANF corrisposto ai vedovi titolari di pensione ai superstiti che siano o minori di 18 anni o assolutamente e permanentemente impossibilitati a svolgere qualsiasi proficuo lavoro. Si tratta, quindi, di una maggiorazione riconosciuta sulla pensione ai superstiti dei vedovi inabili al lavoro.

Rispondiamo ad un lettore di M
“Ho fatto richiesto di assegno di vedovanze, sono invalida al 100% ma mi è stata rifiutata perché la pensione è Socom. Non capisco perché visto che mio marito pagava i contributi come tutti i lavoratori. Attendo risposta.Grazie”

Assegno vedovanza, quando non spetta

Il diritto all’assegno integrativo alla pensione di reversibilità, chiamato anche assegno di vedovanza, richiede specifici requisiti ed è riconosciuto solo ed esclusivamente a vedovi invalidi al 100% titolari di pensione ai superstiti.

Nel caso dell’assegno di vedovanza, quindi, il nucleo familiare può essere composto anche sa un solo componenti a patto che sia invalido. Ma è bene chiarire che tale integrazione alla pensione di reversibilità spetta solo nel caso che la stessa sia derivante da pensione da lavoro dipendente.

L’assegno di vedovanza, quindi, non spetta automaticamente a tutti i vedovi con inabilità assoluta al lavoro ma è necessario che la pensione di reversibilità liquidata sia da lavoro dipendente, sia pubblico che privato. In sostanza sono escluse dalla maggiorazione tutte le pensioni di reversibilità dei lavoratori autonomi e quindi SR, SoArt e Socom.

Seppur, quindi, come lei sottolinea si tratta di pensione di reversibilità in ogni caso, la maggiorazione (assegno di vedovanza) spetta solo qualora la pensione di reversibilità derivi da una pensione da lavoro dipendente.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories