Analisi tecnica materie prime: Petrolio Brent mette le resistenze di breve periodo nel mirino

Il petrolio Brent riesce a recuperare terreno e a portarsi sulle resistenze di breve periodo che se superate potrebbero far partire un nuovo impulso rialzista

Analisi tecnica materie prime: Petrolio Brent mette le resistenze di breve periodo nel mirino

Seconda seduta consecutiva di rialzo per il petrolio Brent, che dopo aver subito un ritracciamento dell’11,36% dai massimi di 80,49 dollari al barile e aver successivamente trovato l’area supportiva di 71,19 dollari, sta tentando un lento recupero. Nel mirino la resistenza statica a quota 75,37 dollari, ereditata dal massimo della candela del 16 luglio scorso.


Petrolio Brent, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Un recupero e una rottura di tale livello potrebbe far correre l’oro nero fino al test di area 78 dollari, dove transita la linea di tendenza che ha sorretto il rialzo del Brent fino alla prima decade di luglio 2018. Questa trendline è ottenuta collegando i minimi del 21 giugno 2017 a 44,35 dollari con quelli del giorno 8 marzo 2018 a 63,43 dollari.

Occorre quindi un pronto recupero di 75,37 dollari, con i corsi che dovrebbero andare ad effettuare una chiusura al di sopra di esso prima di poter eventualmente costruire un rimbalzo fino zona massimi annuali.

Se invece tale livello dovesse nuovamente respingere le quotazioni si potrebbe assistere ad un ritorno dei prezzi verso i supporti di 71,28 dollari che se rotti porterebbero le quotazioni del Brent verso il successivo supporto dato dalla media mobile a 200 giorni, ora transitante a 69 dollari.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategia operativa su petrolio Brent

Si potrebbe quindi rimanere in attesa di una rottura dei livelli tecnici prima di adottare una qualsivoglia strategia. A tal proposito, essendo la rottura di quota 75,37 dollari più vicina di un suo respingimento e considerata anche la forza del trend che caratterizza questa materia prima si potrebbero adottare strategie di matrice rialzista con una chiusura giornaliera superiore a 75,38 dollari. Questo tipo di operatività avrebbe lo stop loss a 72,40 dollari, obiettivo principale a 78,44 dollari e obiettivo finale a 79 dollari.


Elaborazione ufficio studi Money.it

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Analisi Tecnica Materie prime

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.