Analisi tecnica indici: FTSE MIB, alcune confluenze tecniche fanno pensare ad un nuovo short

I corsi dell’indice del bel paese, dopo la seduta positiva di martedì, oggi rimangono incerti. Si trattava solo di un pullback verso la trendline discendente di lungo periodo?

Analisi tecnica indici: FTSE MIB, alcune confluenze tecniche fanno pensare ad un nuovo short

L’indice FTSE Mib, con la candela marubozu di martedì sembrava dare speranze alle forze rialziste di una ripresa di vigore delle quotazioni, ma già con la seduta di ieri questa view ha perso credito dal momento che oltre a non aver formato nuovi massimi ha chiuso in prossimità del livello di apertura a quota 20.699,70 punti, formando così una Pin Bar ribassista.


FTSE MIB, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Il pattern in oggetto, inoltre, rifiuta quasi chirurgicamente la media mobile semplice a 8 periodi e, con la candela precedente, forma un pattern inside bar. Questo doppio pattern aumenta ancora di più la sua valenza dal momento che respinge inoltre un livello dinamico di estrema importanza espresso dalla trendline discendente che collega i minimi segnati il 19 ottobre 2017 a 22.021 punti, il 15 novembre a 21.932,57 punti, il 5 marzo a 21.460 punti e il 29 maggio scorso a 21.122 punti, la quale disegna la parte inferiore di un pattern di inversione di lungo periodo: la brodeaning formation, più comunemente chiamato megafono.

La confluenza di tutti questi fattori farebbero pensare ad un probabile nuovo impulso ribassista dai livelli attuali, ma sarà necessario attendere la rottura del minimo segnato con la barra marubozu del 21 agosto scorso a 20.452,18 punti, prima di implementare qualsiasi strategia short.

Guardando il time frame settimanale si può notare che sia in corso di formazione un pattern inside bar che presenta come minimo proprio il minimo toccato con la candela del 17 agosto a quota 20.236,27 punti, la cui rottura porterebbe con buone probabilità ad un incremento delle forze ribassiste in campo con un conseguente movimento direzionale che potrebbe portare l’indice italiano a quota 19.780 punti, prossimo livello statico lasciato in eredità dai massimi segnati durante il mese di gennaio dello scorso anno.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su FTSE MIB

Alla luce dell’analisi tecnica sull’indice FTSE MIB, nella quale è stata messa in evidenza la struttura di lungo periodo e di breve periodo, si privilegia un’operatività di tipo short alla rottura del pattern inside del grafico giornaliero a 20.452,18 punti con stop loss al di sopra del massimo della candela marubozu a quota 20.833 punti. Il primo obiettivo potrebbe essere identificato a 19.780 punti, livello statico molto significativo, superato questo l’indice avrebbe spazio fino 19.442 punti, minimo segnato nella seconda decade del mese di aprile dell’anno scorso.

Qualora la view ribassista dovesse essere smentita da una chiusura decisa al di sopra della trendline discendente che disegna la parte inferiore del megafono ora transitante in area 20.757 punti, allora si potrebbero implementare strategie di natura long alla rottura del massimo del pattern Pin Bar ribassista a quota 20.831,81 punti con primo obiettivo il livello statico a 21.180 punti, obiettivo più ambizioso a quota 22.224 punti.


Elaborazione Ufficio studi Money.it

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su FTSE MIB 40

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.