Analisi Piazza Affari: con il petrolio sopra gli 80 dollari Eni punta ai 20 euro?

L’ipotesi di una presa di quota da parte di Eni è rafforzata da molti elementi tecnici e dalla forza che il petrolio sta mostrando in questo periodo

Analisi Piazza Affari: con il petrolio sopra gli 80 dollari Eni punta ai 20 euro?

Le quotazioni di Eni sembrano resistere alla voglia di vendite che ha caratterizzato il nostro comparto azionario nell’ultimo periodo. Tale forza è dovuta al prezzo del petrolio che, ormai prossimo agli 80 dollari al barile, non sembra dare segnali di cedimento.


Eni, grafico mensile. Fonte: Bloomberg

Sul grafico mensile, effettuando quindi un’analisi di lungo periodo sull’azienda del cane a sei zampe, si nota come dal 2007 i corsi siano in una fase lateral-ribassista, con la trendline che collega i massimi di luglio 2007 a quelli del luglio 2014 a fare da ostacolo invalicabile. Le quotazioni sono ora al test di detta resistenza ed è interessante notare come ci si è arrivati questa volta.

I prezzi hanno infatti costruito un pattern di inversione rialzista chiamato “rounding bottom” a ridosso del supporto di area 11,79 euro, lasciato in eredità dai minimi del marzo del 2003. A dare ancora più qualità al movimento in corso c’è la rottura della linea di tendenza che collega i massimi di aprile con quelli di maggio 2015.

Tutti questi fattori, uniti al fatto che il petrolio sia in un momento di particolare favore rialzista, potrebbero essere la chiave di volta per sbloccare le quotazioni di Eni e far raggiungere alle quotazioni la zona dei 20 euro ad azione.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Eni


Elaborazione Ufficio Studi Money.it

Visto quanto emerso dall’analisi tecnica del titolo si potrebbe sfruttare questa fase di consolidamento per cercare di adottare strategie di matrice rialzista con punto di entrata individuabile a 16,53 euro. Tale tipo di operatività avrebbe stop loss da porre sotto area 14,12 euro e obiettivo principale a 19,20 euro. Un potenziale obiettivo finale sarebbe appunto quota 20 euro.

Si potrebbe poi sfruttare il fatto della resistenza grafica e psicologica data dalla zona dei 20 euro per adottare una strategia di matrice ribassista. Tale operatività avrebbe invece punto di entrata a 20,40 euro, stop loss a 22,80 euro e obiettivo principale a 17,80 euro ad azione. L’obiettivo finale sarebbe invece individuabile a 16,60 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.