Oro vicino a resistenze importanti, come operare? Il punto di Marco Tosoni

Mattia Prando

21 Febbraio 2019 - 14:36

condividi

Le quotazioni del metallo prezioso hanno guadagnato oltre il 4% in queste prime battute del 2019, in un contesto di dollaro Usa e Borse forti. Come potrebbero muoversi i prezzi nei prossimi mesi? Lo abbiamo chiesto al top trader Marco Tosoni

Oro vicino a resistenze importanti, come operare? Il punto di Marco Tosoni

Il 2019 si sta rivelando particolarmente brillante per l’oro, che ieri ha segnato i suoi massimi dal 19 aprile 2018 a 1.346,80 dollari l’oncia.

In questi primi due mesi dell’anno, il prezioso per eccellenza sta mettendo a segno un progresso del 4,13%, a dispetto di un dollaro Usa molto forte e con le Borse in recupero.

Questo movimento del metallo giallo non ha sorpreso gli addetti ai lavori, che già alla fine del 2018 sostenevano che quello in corso sarà un periodo che vedrà l’oro in forma (clicca qui per l’intervista a Carlo Alberto De Casa).

Ora però il prezzo dell’oro si sta avvicinando a valori resistenziali molto importanti, come quello posto in area 1.367 dollari che ha respinto numerose volte l’avanzata dei compratori.

Come si potrebbe interpretare la forza della commodity? C’è ancora spazio per una continuazione del movimento bullish? Money.it lo ha chiesto a Marco Tosoni, trader professionista vincitore di diversi contest di trading con denaro reale nel corso degli ultimi anni.

L’analisi di Marco Tosoni sull’oro

Come avevo detto ad inizio anno, il 2019 sarà con ogni probabilità l’anno dell’oro, a mio avviso la più interessante opportunità di investimento per il medio termine. Sebbene in questo primo scorcio dell’anno abbia già corso parecchio, ritengo che i margini di crescita siano ancora ampi.

Oro, grafico giornaliero

Come si può vedere nel grafico, le quotazioni stanno velocemente viaggiando all’interno di un canale molto ripido eppure seguito con grande tecnicità dal metallo giallo. Il target naturale di questo movimento è rappresentato dalla zona di resistenza storica - situata attorno ad area 1.350-1.355 dollari l’oncia. Nel brevissimo è possibile ipotizzare uno storno in area 1.230-1.225 dollari, pullback che potrebbe creare le basi per poi raggiungere la resistenza succitata.

Oro nel medio periodo

Osservando il grafico di medio periodo, si può notare come proprio l’area tra 1.350-1.355 abbia rappresentato un vero e proprio muro invalicabile, capace di bloccare la risalita di oro ormai da 6 anni con molteplici tentativi di breakout falliti. È mia opinione che sia giunto il momento giusto per superare questo scoglio e vedere il trend rialzista procedere ulteriormente raggiungendo un target che oggi come oggi può sembrare ambizioso, ma che ritengo probabile, ovvero l’area tra 1.480 (dove avremmo il recupero del 61.8% di Fibonacci del range tracciato tra i massimi storici del 2011 ed i minimi relativi di fine 2015) e 1.500 dollari, prezzo psicologico che in caso di breakout dei 1.355 dollari attrarrebbe il metallo giallo come una calamita.

Area di target per l’oro

È proprio a ridosso di 1.500 dollari che attendo il top 2019 di Oro, con tutta probabilità nell’ultimo trimestre dell’anno.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.