Analisi tecnica e Grafico: EUR/CHF (Euro/Franco Svizzero)

Pubblicato il 29 agosto 2018

Analisi tecnica e grafico EUR/CHF (Euro/Franco Svizzero)
Valori
Ultimo prezzo 1,1415
Variazione 0,03%
Max (52 settimane) 1,20055
Min (52 settimane) 1,12
Indicatori
MM200 1,17
RSI 14 44,94
MACD -0,005
Performance
1 settimana -0,12%
1 mese 1,36%
3 mesi 0,21%

Analisi tecnica Forex: EUR/CHF, orsi al comando con l’Engulfing ribassista

I prezzi del cross valutario EUR/CHF si trovano attualmente al di sotto di un’area statica molto importante, sta per partire un nuovo impulso ribassista? Analizziamo il quadro tecnico

Le quotazioni del cross valutario EUR/CHF, dopo aver toccato il minimo a 1,1243 riescono ritrovare la forza, anche grazie al pattern Morning Star, per risalire fino al livello statico chiave a 1,1447, dopo 7 sedute.

I corsi del cross ora si trovano in un’area statica molto importante espressa dal livello orizzontale a 1,1447 segnato con il minimo del 8 febbraio scorso.

La candela di ieri forma, con la seduta precedente, un pattern ribassista molto significativo: l’Engulfing ribassista. A supporto di questo segnale la sua collocazione appena al di sotto del livello statico precedentemente menzionato, a dimostrare come le forze ribassiste abbiano ripreso il controllo dai livelli attuali, almeno per il momento.

Il trend di medio periodo è ribassista è la recente price action potrebbe consentire l’implementazione di strategie ribassiste favorite da un’interessante potenziale rapporto di rischio-rendimento.

Alla luce del recente segnale ribassista, in confluenza con il trend di medio periodo, si privilegia un’operatività di tipo short alla rottura del minimo della seduta precedente a 1,1411 con obiettivo il supporto statico a 1,1260. Qualora tale livello dovesse essere rotto, allora il cross avrebbe spazio di manovra fino a 1,1000, prossimo livello statico estremamente significativo, ereditato dalla base dell’area di consolidamento rettangolare sviluppatosi nel mese di luglio 2017 e dal massimo segnato con la seduta del primo settembre 2016.

Nel caso la view ribassista dovesse rivelarsi errata, allora si potrebbe vedere il cross in area 1,1657, massimo segnato con la seduta del 11 giugno scorso. Il requisito per tale scenario è però il verificarsi di una chiusura decisa al di sopra del livello statico a 1,1447, facendo comunque attenzione alla trendline discendente di medio periodo, ora transitante a 1,1545, la quale potrebbe rappresentare un duro ostacolo per le forze rialziste. Un target finale potrebbe essere identificato in area 1,1714, massimo registrato con la candela del 16 luglio scorso.

SCENARIO LONG

Long da 1,1450 con stop loss fissato a 1,1411, primo target a 1,1657, target finale a 1,1714.

SCENARIO SHORT

Short da 1,1411 con stop loss fissato a 1,1455, primo target a 1,1260, target finale a 1,1000.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.