Analisi tecnica: FTSE Italia All-Share Banks reagisce dopo 8 sedute consecutive in rosso

L’indice delle banche italiane ha perso parecchio terreno nell’ultimo anno e in agosto si sono palesate tutte le criticità del settore. Oggi, dopo 8 sedute consecutive in rosso, è arrivata la reazione

Analisi tecnica: FTSE Italia All-Share Banks reagisce dopo 8 sedute consecutive in rosso

Oggi il settore bancario italiano è per distacco il migliore di Piazza Affari. L’indice FTSE Italia All-Share Banks guadagna già da questa mattina oltre due punti percentuali, con le quotazioni intenzionate a lasciarsi alle spalle i minimi segnati nelle due sedute precedenti. Questi livelli non venivano battuti dal mercato dal lontano marzo 2017.

Il settore creditizio italiano infatti viene da una fase delicata: nell’ultimo anno l’indice in esame ha perso terreno per il 21,3% circa, percentuale che da inizio anno si riduce solo parzialmente al -14,7%.


FTSE Italia All-Share Banks, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Agosto è stato il mese in cui la debolezza del comparto si è palesata in maniera drastica. Dal punto di vista tecnico l’indice delle banche italiane ha rotto il supporto dinamico disegnato collegando i minimi del 6 e 11 giugno 2018.

Tale linea sosteneva la fase laterale dei prezzi che perdurava dal 30 maggio 2018: il suo breakout ha portato quindi le quotazioni del FTSE Italia All-Share Banks ad un ulteriore impulso ribassista in cui si sono segnati nella giornata di venerdì 17 agosto 2018 i minimi annuali a 9.028,49 punti, un livello che non si vedeva appunto dal 1° marzo 2017.

I corsi potrebbero ora avere una presa di respiro, grazie all’aiuto fornito dall’avvicinamento dei prezzi alla cifra tonda dei 9.000 punti e dal possibile aggancio al supporto di quota 9.310,6699 punti, livello lasciato in eredità dai minimi del 18 aprile 2017. Un eventuale rimbalzo potrebbe estendersi in primis a 9.557 punti, per poi passare a quota 9.910 punti.

Se invece i prezzi dovessero portarsi sotto i minimi della scorsa ottava ci si potrebbe attendere ulteriore debolezza fino alle zone di quota 8.800 punti, dove i corsi incontrerebbero il livello 61.8% del ritracciamento di Fibonacci ottenuto collegando i minimi del 6 luglio 2016 con i massimi del 24 aprile 2018.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su FTSE Italia All-Share Banks


Elaborazione Ufficio studi Money.it

La zona di supporto compresa tra gli attuali prezzi e 8.800 punti risulta molto importante e potrebbe essere foriera di interessanti spunti rialzisti. A tal proposito si potrebbero adottare strategie rialziste che abbiano come punto di entrata quota 8.800 punti.

Tale livello permetterebbe di costruire strategie rialziste con un miglior rapporto di rischio rendimento rispetto alle attuali aree, dove tale rapporto non sarebbe favorevole. Strategie da 8.800 punti avrebbero stop loss posto a 8.450 punti, obiettivo primario a 9.200 punti e obiettivo finale a 9.450 punti.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.