Analisi tecnica e Grafico: GBP/NZD (sterlina/dollaro neozelandese)

Pubblicato il 31 maggio 2018

Analisi tecnica e grafico GBP/NZD (sterlina/dollaro neozelandese)
Valori
Ultimo prezzo 1,9066
Variazione -0,26%
Max (52 settimane) 1,9839
Min (52 settimane) 1,73
Indicatori
MM200 1,91
RSI 14 37,04
MACD 0,00
Performance
1 settimana 1,31%
1 mese 2,61%
3 mesi 0,09%

Analisi forex: cross Gbp/Nzd al test dei supporti di medio termine

La direzionalità sul cross Gbp/Usd potrebbe offrire l’opportunità di entrare in posizione long correndo un rischio limitato

In questi giorni abbiamo assistito ad una generale debolezza della sterlina britannica rispetto alle altre valute. Fra queste, particolarmente interessante è la situazione tecnica relativa al cambio contro il dollaro neozelandese.

Il cross Gbp/Nzd nelle ultime 9 sedute ha messo a segno un importante ritracciamento rispetto ai massimi relativi segnati a 1,97100. Allo stato attuale il tasso di cambio si trova sui minimi relativi di zona 1,90, un’area di estrema importanza per il cross Gbp/Usd in quanto rispecchia una combinazione di fattori quali un supporto statico a 1,89500 e uno di matrice psicologica. Osservando il grafico giornaliero del cambio notiamo infatti che 1,90 è un’area molto sentita dal cross Gbp/Nzd che già da fine ottobre si sta muovendo in un range delimitato superiormente da 1,97500 ed inferiormente da 1,89500.

Operativamente parlando è lecito pensare ad un ritracciamento. Questa direzionalità potrebbe offrire l’opportunità di entrare in posizione long correndo un rischio limitato. In tal senso, un acquisto a 1,90850 con stop loss a 1,89400 avrebbe come primo obiettivo il raggiungimento di quota 1,91500 e come target finale 1,92.

Per chi invece volesse entrare short potrebbe valutare un ingresso sul ritracciamento per potersi posizionare al meglio e riuscire a partecipare ad un’eventuale breakout dei minimi della congestione. Ci si può quindi posizionare short da 1,91700 con stop loss a 1,93 e obiettivo principale e finale collocati rispettivamente a 1,89500 e 1,85500.

SCENARIO LONG

Long a 1,90850 con stop loss a 1,8940. Primo obiettivo a 1,9150 e finale 1,92.

SCENARIO SHORT

Short da 1,9170 con stop loss a 1,93 avrebbero target principale e finale rispettivamente a 1,8950 e 1,8550.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.