La piattaforma CMP di PSA ospiterà il primo modello che nascerà dopo la fusione tra il gruppo francese e Fiat Chrysler Automobiles. A quanto pare si tratterà di un SUV compatto di Alfa Romeo che arriverà sul mercato anche in versione completamente elettrica. Questo modello che potrebbe chiamarsi Brennero o Rombo sarà la nuova entry level della casa automobilistica del Biscione occupando il posto che un tempo era di Alfa Romeo MiTo.

Sarà di Alfa Romeo il primo modello che nascerà dopo la fusione tra FCA e PSA

Il futuro Alfa Romeo B-SUV sarà il primo di una lunga serie di modelli che arricchiranno le gamme della case automobilistiche di Fiat Chrysler nei prossimi anni grazie alla fusione con PSA che metterà a disposizione le proprie tecnologie. L’obiettivo sarà quello di rendere le gamme di marchi quali Fiat, Alfa Romeo, Lancia e Jeep ancora più popolari tra i consumatori. Il futuro SUV elettrico dello storico marchio del Biscione avrà anche il compito di ridurre la media di CO2 della gamma di Fiat Chrysler evitando al gruppo italo americano di incorrere in multe salate da parte dell’Unione Europea. 

A proposito di questo modello, il 2021 dovrebbe essere un anno importante. Infatti subito dopo che sarà finalizzata la fusione tra FCA e PSA presumibilmente entro il primo trimestre del 2021 si inizierà a parlare del futuri modelli che nasceranno. Questo come dicevamo potrebbe essere il primo e il suo debutto potrebbe avvenire già nel corso del 2022.

Prima però Alfa Romeo dovrà lanciare il crossover Tonale che invece come sappiamo nascerà sulla stessa piattaforma di Jeep Compass. Questo modello arriverà sul mercato con versioni ibride che saranno le prime per la casa automobilistica del Biscione. La sua produzione avverrà a Pomigliano. Ancora sconosciuto lo stabilimento in cui sarà prodotto il futuro B-SUV che nascerà sulla piattaforma CMP. Sicuramente però il veicolo sarà prodotto in Italia.