Afghanistan: quanto è costata (e costerà) la guerra?

Violetta Silvestri

31 Agosto 2021 - 09:55

condividi

Gli USA non sono più in Afghanistan dal 31 agosto: quanto è costata la guerra ventennale ora un vero fallimento? Bilancio economico amaro per gli USA. E per l’Italia?

Afghanistan: quanto è costata (e costerà) la guerra?

Afghanistan: a poco meno di 20 anni, la missione di combattimento statunitense nel Paese è conclusa, con questa certezza: è stata la guerra più lunga d’America.

Mentre il mondo osserva inerme e scioccato le immagini dei talebani trionfanti nella nazione e della popolazione disperata in fuga, oltre al bilancio drammatico delle vittime e dei diritti umani, si valuta anche quello economico.

Quanto è costata la guerra in Afghanistan agli Stati Uniti e quanto costerà ancora? Tutti i numeri, con uno sguardo anche all’Italia e alle sue spese militari in quel Paese.

In Afghanistan spesi oltre 2.000 miliardi di dollari

Numeri alla mano, quanto è costata la missione targata USA in Afghanistan, terminata con un epilogo a sorpresa e così tragico?

Il conto, come pubblicato da Forbes, è presto fatto. Nei 20 anni trascorsi dall’11 settembre 2001, gli Stati Uniti hanno sborsato più di 2.000 miliardi di dollari per la guerra afghana.

Sono 300 milioni di dollari giornalieri, ogni giorno, per due decenni. Oppure, 50.000 dollari per ciascuno dei 40 milioni di afgani. In parole povere, la Casa Bianca ha speso di più per cercare di arginare i talebani rispetto ai valori netti di Jeff Bezos, Elon Musk, Bill Gates e dei 30 miliardari più ricchi d’America messi insieme.

I numeri includono 800 miliardi di dollari in costi diretti per la guerra e 85 miliardi di dollari per addestrare l’esercito afghano sconfitto, che si è totalmente arreso all’avanzata delle milizie islamiste.

I contribuenti statunitensi hanno dato ai soldati afhgani 750 milioni di dollari l’anno. Tutto sommato, il Costs of War Project della Brown University stima la spesa totale a $ 2.260 miliardi di dollari.

Il conto ancora da pagare della guerra afghana

Gli Stati Uniti hanno finanziato la guerra in Afghanistan con denaro preso in prestito.

I ricercatori della Brown University stimano che siano già stati pagati più di 500 miliardi di dollari di interessi (inclusi nella somma totale di 2.260 miliardi di dollari) e calcolano che entro il 2050 il costo degli interessi da soli sul debito di guerra afghano potrebbe raggiungere i 6.500 miliardi di dollari. Ciò equivale a 20.000 dollari per ogni cittadino americano.

Afghanistan: bilancio tragico per le vite umane

Non solo dollari e spese economiche. I costi della guerra in Afghanistan sono ancora maggiori in termini di vite perse.

Ci sono stati 2.500 morti di militari statunitensi in e quasi 4.000 altri appaltatori civili statunitensi uccisi. Ciò impallidisce di fronte alle stime di 69.000 poliziotti militari afgani, 47.000 civili uccisi, oltre a 51.000 combattenti dell’opposizione morti.

Il costo finora per prendersi cura di 20.000 vittime statunitensi è stato di 300 miliardi di dollari, con un altro mezzo trilione circa previsto.

Senza contare i danni impagabili di distruzione, violenza, morte, disperazione, povertà, negazione dei diritti che ora, con la presa di potere dei talebani, non può che peggiorare.

E l’Italia? Quanto ha sborsato per l’Afghanistan

L’Osservatorio Mil€x ha fatto i conti dell’Italia: l’ esborso totale considerando tutto il 2020 è di oltre 8,4 miliardi di euro.

“Con i costi di ritiro truppe che si concretizzeranno nel 2021 è molto probabile dunque che il totale supererà alla fine gli 8,5 miliardi di euro, così ha specificato il report.

Di questi, 6,77 miliardi di euro sono stati stanziamenti diretti; 720 milioni di euro sono stati erogati a sostegno delle forze armate e di polizia afgane (120 milioni l’anno a partire dal 2015) e circa 925 milioni di spese aggiuntive sono servite per la logistica militare.

Argomenti

# Italia
# Guerra

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.