Accise energia elettrica: come ottenere un rimborso di migliaia di euro

Giorgia Bonamoneta

30/11/2021

04/12/2021 - 18:59

condividi

L’accise sull’energia elettrica è rimborsabile? Secondo quanto deciso da una sentenza del Tribunale di Milano sì, ma non per tutti. Ecco cosa devi sapere.

Accise energia elettrica: come ottenere un rimborso di migliaia di euro

Si può chiedere il rimborso sulla bolletta dell’energia elettrica? Andiamo con ordine e cerchiamo di capire cosa dice la sentenza che ha acconsentito il rimborso di 33 mila euro per il pagamento dell’accise dell’energia elettrica.

Non sarebbe bello vedere diminuire il costo in bolletta dell’energia elettrica, in particolare in questi ultimi mesi del 2021 che hanno visto il costo mensile aumentare notevolmente? La risposta, banalmente, è sì, ma è davvero possibile?

Secondo la decisione del Tribunale di Milano (sentenza n. 9077 del 8.11.2021) sì. Vediamo cosa dice la sentenza e in quali condizioni si può tentare di ottenere un rimborso sull’accise dell’energia elettrica.

Il caso del rimborso dell’accise dell’energia elettrica

Per capire come si può tentare di ottenere un rimborso, facciamo riferimento alla sentenza del Tribunale di Milano, che in questo modo crea un precedente sulla materia. È proprio la decisione del Tribunale di Milano a ribadire “l’inapplicabilità delle addizionali alle accise sull’energia elettrica, poiché incompatibili con il diritto dell’Unione Europea”.

Una società italiana aveva citato in giudizio il fornitore del servizio di energia elettrica e richiedeva il rimborso di 33.480,00 euro, il pagamento delle addizionali provinciali sull’accisa. Tale addizionale, come riporta la citazione in giudizio, non sarebbe ritenuta dovuta perché in contrasto con la normativa europea.

La sentenza del Tribunale di Milano dice sì al rimborso

Il fornitore ha risposto alla citazione in giudizio sostenendo di non poter rimborsare tali somme, perché non c’era nessuna sentenza della Cassazione a ribadirlo e perché doveva a sua volta ottenere un rimborso.

Il Tribunale di Milano ha però deciso (sentenza n. 9077 del 8.11.2021) in favore della società, sottolineando che le “addizionali non dovrebbero essere soddisfatte perché non in armonia con il diritto unionale”.

Viene così creato un precedente, che fa riferimento alla Direttiva 2008/118/CE, sulla violazione del “regime generale delle accise”.

Direttiva 2008/118/CE
Regime generale delle accise e le disposizioni per i prodotti soggetti ad accisa al fine di garantire la loro libera circolazione nel mercato Ue.

Cosa sono le accise sull’energia elettrica?

Sulla bolletta dell’energia elettrica si possono leggere due tipologie di imposte: una è l’IVA e l’altra è l’accise. Ma cosa sono?

L’accise, gestita dall’Agenzia delle Dogane, è un’imposta indiretta sul consumo. Si differenziano per “uso domestico” e “uso industriale”; mentre l’IVA si applica al costo del servizio e dipende dal tipo di fornitura.

La differenza principale è che:

  • l’accise dipende dalla quantità del bene acquistato dal cliente in kWh;
  • l’IVA dipende invece dal valore economico del servizio.

Quanto costano IVA e accise sulla bolletta dell’energia elettrica?

Il costo in bolletta non corrisponde mai solo al consumo del cliente del servizio, in questo caso quello elettrico. Sul costo finale bisogna calcolare anche la presenza delle imposte.

Nella bolletta della luce, in questi ultimi mesi del 2021 in aumento, accisa e IVA hanno un peso complessivo del 13,3%.

Come ottenere il rimborso per l’accisa dell’energia elettrica

L’accise sull’energia elettrica non viene pagata da tutti i cittadini, perché questa tiene conto, come abbiamo detto, della divisione del consumo in civile e industriale.

Sono esenti dal pagamento dell’accisa dell’energia elettrica chi:

  • risiede in una casa a bassi consumi (fino a 1800 kWh/anno);
  • le aziende che producono energia o che utilizzano energia elettrica per le linee di trasporto;
  • gli opifici con un consumo superiore a 1.200.000 kWh al mese.

Esistono altri casi specifici e proprio per questo, se si vuole tentare la via del rimborso, è bene rivolgersi a un avvocato che valuterà il singolo caso.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Tasse
# Accise
# Luce

Iscriviti a Money.it