Esame avvocato 2019, quando esce l’abbinamento delle Corti d’Appello?

Sta per scadere il termine per partecipare all’esame avvocato 2019 e in molti si chiedono quando usciranno gli abbinamenti delle Corti d’Appello per la correzione. Ecco qualche previsione e anticipazione.

Esame avvocato 2019, quando esce l'abbinamento delle Corti d'Appello?

L’edizione 2019 dell’esame di avvocato è dietro l’angolo: le tre prove scritte si svolgeranno nei giorni martedì 10, mercoledì 11 e giovedì 12 dicembre 2019. Per inviare la propria candidatura c’è tempo fino all’11 novembre.

Come ogni anno le prove scritte sono così divise: primo giorno parere di diritto civile, secondo giorno per il parere di diritto penale e terzo e ultimo giorno per l’atto giudiziario in una materia a scelta tra procedura penale, civile o giustizia amministrativa. Quella di questa edizione sarà l’ultima possibilità di utilizzare i codici commentati con la giurisprudenza, che verranno vietati a partire dal prossimo anno.

Come noto la correzione delle prove è affidata ad una Corte d’Appello diversa da quella in cui sono stati svolti gli elaborati. L’abbinamento delle sedi avviene mediante uno specifico sistema di rotazione, ed è comunicato con decreto del Ministero della Giustizia qualche giorno dopo la conclusione della prima prova dell’esame di avvocato.

Leggi anche Esame avvocato 2019: date, punteggio e valutazione delle prove scritte

Per il momento è impossibile dire quale sarà la data esatta in cui verranno comunicati gli abbinamenti, tuttavia è possibile fare delle previsioni in base a quanto accaduto nelle edizioni passate.

Abbinamento Corti d’Appello esame avvocato 2019: date e anticipazioni

La correzione delle prove scritte è sempre stata una delle note dolenti dell’esame per l’abilitazione alla professione forense; negli anni infatti si è notato che in alcune Corti d’Appello era più facile superare le prove scritte e passare a quella orale, mentre in altre la percentuale degli ammessi era drasticamente più bassa.

Per evitare favoritismi e ogni genere di trattamento privilegiato, si è deciso di affidare la correzione degli elaborati ad una Corte d’Appello diversa rispetto a quella in cui gli aspiranti hanno sostenuto la prova. In questo modo è garantita l’imparzialità della commissione esaminatrice.

L’abbinamento delle Corti d’Appello compete al Ministero della Giustizia, che vi provvede tramite uno specifico sistema di rotazione e l’elenco delle Corti viene comunicato di anno in anno con decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Tutti gli aspiranti avvocato si chiedono quale sarà la Corte d’Appello che avrà il compito di correggere le prove scritte, anche perché inevitabilmente vi possono essere parametri di valutazione differenti.
Qui Superare esame avvocato 2019: come prepararsi in 10 mosse

Al momento il Ministero non ha ancora comunicato gli abbinamenti per l’edizione 2019, però andando a guardare quanto accaduto nelle due edizioni precedenti è possibile prevedere, almeno in termini probabilistici, quando avverrà la pubblicazione del decreto ministeriale.

Senza dubbio, la comunicazione delle Corti avviene ogni anno dopo il trascorrere dei giorni stabiliti per le prove scritte, che per quest’anno sono 10, 11 e 12 dicembre 2019.

Andiamo a vedere quando sono state pubblicate nelle scorse edizioni: nel 2017 le prove scritte erano state fissate al 12, 13 e 14 dicembre e la pubblicazione dell’abbinamento delle Corti c’è stato il 15 dicembre 2017, dopo un solo giorno dalla fine della prova; l’anno scorso, invece, le date prescelte sono state 11,12 e 13 dicembre 2018, mentre il decreto ministeriale con l’indicazione delle Corti c’è stato il 21 dicembre 2018, quindi 8 giorni dopo la fine degli scritti.

Alla luce di questi risultati si può validamente prospettare che l’abbinamento delle Corti d’Appello per l’edizione 2019 ci sarà tra venerdì 13 e venerdì 20 dicembre. Naturalmente si tratta solamente di una previsione.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Esame avvocato

Argomenti:

Esame avvocato

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.