770/2014: proroga arrivata, ma cambia la data. Invio entro il 19 settembre

Vittoria Patanè

25/07/2014

25/07/2014 - 15:20

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il Governo ha concesso la proroga per la presentazione del Modello 770/2014. Il termine è fissato per il 19 settembre

Manca la comunicazione ufficiale del MEF, ma c’è quella del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro.

Il Governo ha concesso la proroga per la presentazione del modello 770/2014. Il termine previsto per l’invio slitta così dal 31 luglio al 19 settembre e non al 30 come precedentemente previsto.

La decisione arriva dopo giorni di colloqui e polemiche da parte di commercialisti e consulenti che si erano visti rifiutare la richiesta per bocca del segretario Zanetti.

Ma la prova di forza unitaria dei professionisti dell’intermediazione sembra aver funzionato.

I colloqui dei giorni scorsi tra la Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine Marina Calderone, il Direttore Generale delle Finanze del Mef Fabrizia Lapecorella e il Direttore dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi sembrano aver dunque portato i risultati sperati.

La scadenza per la presentazione del Modello 770/2014 slitta al prossimo 19 settembre.

Ecco il comunicato stampa pubblicato dal Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro:

La scadenza per l’invio del modello 770/2014 sarà prorogata al 19 settembre prossimo.
La decisione, che sarà ufficializzata a breve, arriva dopo i colloqui dei giorni scorsi tra la Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine Marina Calderone, il Direttore Generale delle Finanze del Mef Fabrizia Lapecorella e il Direttore dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi. Il tutto dopo che l’incresciosa situazione è stata sottoposta anche al Presidente del Consiglio Renzi, al Sottosegretario Delrio e al Ministro dell’Economia e Finanze Padoan, rappresentando con forza le motivazioni e la volontà di operare in condizioni di tranquillità per mantenere inalterate le caratteristiche di alta professionalità e correttezza che da sempre contraddistinguono il servizio reso allo Stato e ai contribuenti. La Presidente Calderone ha sottolineato la necessità di intervenire subito per non mettere a repentaglio la funzionalità degli studi dei Consulenti del Lavoro e l’operatività delle aziende e al tempo stesso di razionalizzare il calendario delle scadenze. «Siamo soddisfatti per questo risultato, anche se tutti gli anni siamo costretti ad inseguire la proroga. Bisogna arrivare a razionalizzare il calendario fiscale e su questo ho l’impegno per l’istituzione di un tavolo tecnico già nel mese di settembre, in modo da impedire che si crei la stessa situazione ogni anno».

Iscriviti alla newsletter

Money Stories