5 libri da leggere per la tua crescita professionale

Antonella Coppotelli

11 Dicembre 2020 - 12:30

condividi
Facebook
twitter whatsapp

5 libri da leggere e regalare a sé o ai propri cari per accrescere competenze e dare valore al proprio percorso professionale.

5 libri da leggere per la tua crescita professionale

Il Natale si avvicina sempre di più e, benché il 2020 abbia ridisegnato in buona parte le abitudini di acquisto e consumo di noi italiani privilegiando sempre più momenti come il Single Day o il Black Friday per provvedere anche ai regali, c’è sempre un ultimo desiderio da accontentare o qualcuno che è sfuggito dalla lista. Il Natale, però, è anche un’occasione per prendere una pausa dai vari impegni della quotidianità e concedersi del tempo per riflettere e migliorarsi: non vi è regalo più bello che si possa desiderare per sé o che si possa donare ad altri.

Ancora meglio se questo stacco dalla frenesia avviene con un buon testo in mano perché, come recita un antico proverbio arabo, “un libro è un giardino che puoi custodire in tasca” e non c’è niente di meglio per rilassare la mente che concentrarsi su di esso e allenare i muscoli cerebrali per accrescere competenze o, semplicemente, dare forma e definizione a skills che forse non sapevamo nemmeno di possedere.

Ecco, quindi, la nostra classifica per iniziare l’anno nuovo più forti e preparati professionalmente e con quel minimo di consapevolezza in più che perfeziona il nostro lavoro e quello degli altri.

Tutti i titoli sono presenti nello store Amazon nel formato cartaceo e quasi tutti in quello per Kindle. La spedizione beneficia del servizio Prime e la maggior parte dei testi può essere acquistata usufruendo del Bonus Cultura e del Bonus della Carta Docente.

1) La mucca viola di Seth Godin

Sia che lavoriate in una grande azienda o in una PMI c’è un principio che non deve venir meno: ossia se dal prodotto o dal servizio non si tira fuori la sua anima “sorprendente e fenomenale” diventerà estremamente difficile poterlo posizionare e farlo distinguere nel mare magnum delle mucche marroni. Questo testo di Seth Godin a cui si deve l’evoluzione di concetti contemporanei del marketing, quali ad esempio quello legato alla permission (ossia l’utente deve dare il consenso per ricevere messaggi pubblicitari) è del 2002 ma continua a essere un evergreen per chi fa marketing, un manifesto vero e proprio facilmente fruibile e molto puntuale nelle spiegazioni ed esempi.

2) TikTok Marketing di Ilaria Barbotti

Uscito nell’autunno di quest’anno, l’ultima produzione di Ilaria Barbotti , nota imprenditrice del mondo social si focalizza per prima con un manuale dedicato su TikTok, analizzando le potenzialità del social prediletto dalla Generazione Z, spiegando passo passo e in modo molto preciso e semplice come creare profili, su cosa puntare per veder valorizzati i propri contenuti e, soprattutto, come superare l’iniziale “smarrimento” che genera l’impatto iniziale con la piattaforma cinese. Un must have per approfondire le conoscenze sulle nuove tendenze social e comprendere fino in fondo potenzialità o meno per la propria attività.

3) Chi ha spostato il mio formaggio di Spencer Johnson

Altro immancabile titolo della sezione “migliora te stesso” della nostra libreria personale e professionale. Una parabola narrata in poco meno di 100 pagine ma che contiene un messaggio imperituro nel tempo: la ricerca di quel formaggio che simboleggia i nostri desideri che spesso coincidono anche con gli obiettivi ma che non è detto che siano sempre centrati e ci perdiamo all’interno di un “labirinto” alla loro ricerca. Una favola contemporanea che ha la propria morale e verità sul cambiamento la cui messa in moto è quello che poi determina le nostre azioni, il presente e il futuro. La prima edizione italiana risale al 1999 e da allora la sua distribuzione continua a godere di lunga vita e ottima salute. Segno che davvero vale la pena leggerlo.

4) Il Futuro del Lavoro è Femmina di Silvia Zanella

Uscito di recente entra di diritto nella nostra top five. Illuminante, ragionato, ricco di spunti e di riferimenti bibliografici, l’autrice si interroga su come lavoreremo domani alla luce non solo di un anno così particolare come quello che sta volgendo al termine ma anche dinanzi a tanti cambiamenti apportati dalle nuove professioni che richiedono nuove competenze, un’organizzazione più coerente e soprattutto un’attenzione più certosina alle soft skills, le più difficili da dimostrare di primo acchito o da elencare all’interno di CV. Il futuro del lavoro è femmina ma non donna perché dinanzi a una tradizionale leadership connotata dal command & control saranno sempre più privilegiate l’accountability, l’inclusione e l’accoglienza, caratteristiche archetipicamente annesse all’universo femminile. Bella anche la riflessione sull’employer brandig & experience, aspetti imprescindibili di questo cambiamento sul lavoro che riguarderà tutti. Ecco perché tutti dovrebbero leggerlo indipendentemente dal ruolo che si ricopra in azienda.

4) Il Paradiso degli Orchi di Daniel Pennac

Chiudiamo la nostra classifica con un classico e anche una piccola provocazione da lanciare a noi stessi. II Paradiso degli Orchi nato dalla penna e dal genio di Daniel Pennac è il primo libro della saga dedicata a Malaussène, di cui fra l’altro vi consigliamo la lettura completa. Ciascun testo che contiene una parte giocosa e una più votata al thriller ha come fil rouge Benjamin Malaussène il cui mestiere è quello di fare il capro espiatorio. Una professione apparentemente folle e non codificata tra i mestieri a cui ambire eppure lui è pagato per questo. Pensiamoci bene, soprattutto dopo aver letto prima tutti gli altri titoli suggeriti: quante volte lo abbiamo fatto anche noi in azienda o, meglio ancora, lo abbiamo cercato negli altri per giustificare a noi stessi e dinanzi agli occhi dei capi errori e défaillance e trovare, al contempo, una scorciatoia facile per risolvere un problema invece di assumerci le nostre responsabilità? Chiaramente il personaggio fittizio è estremizzato nel bene e nel male ma dà da pensare e offre un prezioso momento di autocoscienza e di autoanalisi per intraprendere davvero un percorso di crescita e di miglioramento professionale e personale.

Argomenti

# Libri
# Natale

Iscriviti alla newsletter

Money Stories