Contratto a tempo determinato

Nel diritto del lavoro il contratto individuale di lavoro dipendente è un contratto, regolato giuridicamente, stipulato tra un datore di lavoro (persona fisica, giuridica o ente dotato di soggettività) e un lavoratore, necessariamente persona fisica per la costituzione di un rapporto di lavoro.

È un contratto in virtù del quale, il lavoratore al servizio del datore di lavoro è obbligato a lavorare al servizio del datore di lavoro per un tempo determinato o indeterminato (lavoro dipendente o subordinato) ed il datore di lavoro a pagare un salario prestabilito a tempo o a cottimo, oltre che una quota di contributi previdenziali.

In assenza di regolare contratto di lavoro registrato tra le parti si parla di lavoro nero.

Contratto a tempo determinato, ultimi articoli su Money.it

Lavoro: 15.000 nuove assunzioni per Natale 2019. Ecco dove

Pubblicato il 20 novembre 2019 alle 13:21

Per Natale 2019 previste 15mila nuove assunzioni in tutta Italia. Tantissime le opportunità per giovani e disoccupati in diversi settori. Vediamo quali sono le figure ricercate e come candidarsi.

Contratto a termine oltre i 24 mesi: causale obbligatoria

Pubblicato il 20 settembre 2019 alle 18:30

Il datore di lavoro e il lavoratore che intendono prolungare il contratto a termine oltre i 12 mesi, presso l’ITL, devono obbligatoriamente inserire nel contratto scritto la causale che giustifica l’apposizione del termine.

Contratto a termine over 50

Pubblicato il 10 settembre 2018 alle 08:07

Contratto a tempo determinato per i dipendenti che hanno compiuto 50 anni: agevolazioni per chi assume, sgravi contributivi.

|