Contratto a tempo determinato

Nel diritto del lavoro il contratto individuale di lavoro dipendente è un contratto, regolato giuridicamente, stipulato tra un datore di lavoro (persona fisica, giuridica o ente dotato di soggettività) e un lavoratore, necessariamente persona fisica per la costituzione di un rapporto di lavoro.

È un contratto in virtù del quale, il lavoratore al servizio del datore di lavoro è obbligato a lavorare al servizio del datore di lavoro per un tempo determinato o indeterminato (lavoro dipendente o subordinato) ed il datore di lavoro a pagare un salario prestabilito a tempo o a cottimo, oltre che una quota di contributi previdenziali.

In assenza di regolare contratto di lavoro registrato tra le parti si parla di lavoro nero.

Contratto a tempo determinato, ultimi articoli su Money.it

Lavoro, la pandemia colpisce i precari: 500mila posti persi nel 2020

Teresa Maddonni

18 Febbraio 2021 - 16:51

Lavoro, la pandemia colpisce i precari: 500mila posti persi nel 2020

La pandemia ha colpito il mondo del lavoro e in particolar modo i precari. Sono oltre 500mila i posti di lavoro persi tra contratti a tempo determinato, in somministrazione, stagionali e intermittenti nei primi 11 mesi del 2020 secondo l’Osservatorio sul precariato di INPS.

Contratti a termine: proroga nel decreto Agosto convertito in legge

Teresa Maddonni

23 Ottobre 2020 - 18:00

Contratti a termine: proroga nel decreto Agosto convertito in legge

Contratti a termine: la proroga è prevista dal decreto Agosto convertito in legge come anche il rinnovo secondo quanto già stabilito dal decreto Rilancio ovvero senza causali. Viene aggiunto un comma per i contratti di somministrazione.