Wall Street: i 3 titoli più interessanti durante il pre-market

I futures dei principali indici americani proseguono la seduta in moderato rialzo prima dell’open ufficiale di Wall Street. Per oggi abbiamo selezionato tre quotate interessanti in quanto hanno pubblicato la trimestrale: Lululemon, RH e Oxford Industries

Wall Street: i 3 titoli più interessanti durante il pre-market

Seduta di moderato rialzo sui futures dei principali listini americani. Il driver per i rialzi di oggi sembra essere l’aumento del prezzo del petrolio, che ha ripreso quota dopo l’attacco a due petroliere nel Golfo di Oman (per approfondire).

Per oggi, abbiamo selezionato tre titoli che hanno pubblicato i risultati del primo trimestre 2019:

  • Lululemon : la società ha pubblicato i risultati della trimestrale, che hanno evidenziato un utile per azione a 0,74 dollari, sopra il consenso di Wall Street, a 0,70 dollari. Le vendite dei comparable stores sono aumentati del 16%, in decisa ascesa rispetto all’11,6% previsto dal mercato. L’azienda ha alzato anche il suo outlook per l’intero anno. Nel pre-market, le azioni Lululemon avanzano del 5,24%. Graficamente, con l’apprezzamento in essere, le quotazioni sono riuscite a violare la trendline che collega i top del 25 a quelli del 29 aprile 2019. L’uptrend resta estremamente forte ed eventuali correzioni potrebbero essere utilizzate per partecipare al movimento principale.
  • RH: i risultati del primo trimestre 2019 hanno messo in luce un utile per azione a 1,85 dollari, sopra le stime degli analisti, a 1,55 dollari. Durante il pre-borsa, le azioni RH si apprezzano del 23,41%. Graficamente, questi rialzi hanno migliorato in maniera decisa la struttura tecnica, con i corsi che potrebbero ora spingersi al di sopra della SMA 200 e chiudere così il gap down a 128,77 dollari, aperto dallo scorso 29 marzo.
  • Oxford Industries: le quotazioni stanno avanzando dell’11,89% durante il pre-borsa, beneficiando dei risultati del primo trimestre 2019, che hanno evidenziato un utile per azione a 1,30 dollari, 0,09 dollari al di sopra delle stime. La società sta pianificando di aumentare selettivamente i prezzi per contrastare l’impatto della guerra commerciale tra Usa e Cina. Dal punto di vista tecnico, i prezzi hanno recuperato buona parte del terreno perso nelle ultime ottave, violando anche la coriacea resistenza di area 75 dollari. Questi elementi mettono sul tavolo l’ipotesi di un test della media mobile semplice a 200 giorni, ora transitante a 79,97 dollari.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.