Gilet Gialli Parigi, nuovi scontri e arresti. Un uomo perde la mano. Basta violenza

Si è concluso il 13° sabato di proteste a opera dei gilet gialli in Francia ancora all’insegna di scontri con le forze dell’ordine. Forse è arrivato il momento di chiudere il capitolo.

Gilet Gialli Parigi, nuovi scontri e arresti. Un uomo perde la mano. Basta violenza

Numerosi sono stati gli arresti e i feriti durante i famosi sabati di manifestazione da parte dei gilet gialli a Parigi. Anche nella giornata di Oggi, 9 febbraio 2019, non si cambia il registro toccando, se possibile, vette più aspre.

Sono oltre tre mesi di protesta cavalcando sin da subito note di violenza e di forte opposizione. Ma forse è arrivato il momento di fermare la brutalità che aleggia in Francia.

13° atto di violenza: ora basta

Non è una novità che le manifestazioni dei gilet gialli esplodono in atti di violenza scontrandosi con il corpo della polizia. Anche questa volta è accaduto l’inevitabile nei pressi dell’Assemblée Nationale, in cui alcuni manifestanti hanno tentato di scavalcare le transenne.

Così sono stati lanciati i lacrimogeni come da copione. Tuttavia un gilet giallo, di circa trent’anni, potrebbe aver perso una mano cercando di scagliarne uno. L’avambraccio è stato subito fasciato e l’uomo trasportato in ospedale. Le dinamiche sono ancora da chiarire. Nel frattempo sono stati disposti dieci fermi.

Nel pomeriggio sono proseguiti gli scontri al Senato, in cui è stato lanciato un molotov al passaggio del corteo. Nelle vie adiacenti alcune vetrine hanno subito dei danni a causa dei conflitti tra la polizia e i gilet gialli con sempre i lacrimogeni come arma.

Il percorso della manifestazione ha subito una variazione, non proseguendo quello stabilito dalla prefettura. Infatti è andato in direzione di Montparnasse e di conseguenza la polizia si è attivata per un’antisommossa mettendosi in testa al corteo, mentre in coda ci sono furgoni blindati.

Non si escludono altre manifestazioni improvvisate, in quanto sul web si è sparsa la voce che non si intende più interpellare la prefettura. Dunque sono previsti atti di protesta a Bordeaux, Tolosa, Lorient, Caen, Valence, Marsiglia.

Le manifestazioni dei gilet gialli stanno prendendo il sopravvento, sempre contrassegnate dalla violenza e sempre più imprevedibili. Un fenomeso che si sta divulgando anche in Italia. Il ministro dell’Interno francese, Christophe Castaner, ha dichiarato che forse è arrivato il momento di fermare quanto sta accadendo, soprattutto dopo l’incendio doloso della residenza bretone del presidente dell’Assemblea nazionale, Richard Ferrand.

Troppa violenza a opera di persone che tentano di minare le forze del paese, cercando di rintracciare i personaggi di spicco politico per intimidirli. Castaner auspica:

Ma mi piacerebbe che le nostre forze fossero concentrate sulla quotidianità dei francesi e non sulla gestione di qualche persona che in fondo mira a nuocere alle nostre forze, alle nostre istituzioni [...] si tratta di una minaccia alla stessa democrazia

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Francia

Argomenti:

Carburante Francia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.