Vespa GTS Super 300 Racing Sixties: motore, prezzo, prova

Marco Lasala

18/10/2021

19/10/2021 - 09:24

condividi

Raccoglie l’eredità dello storico Vespone la Vespa GTS Super 300 Racing Sixties, scooter dallo stile retrò in vendita a un prezzo di listino di 6.710 euro.

Vespa GTS Super 300 Racing Sixties ha potenza, carattere e personalità. Adotta il più potente motore mai utilizzato su di una Vespa, la gamma GTS è stata completamente aggiornata nel 2019, upgrade che ha riguardato prestazioni, comfort e stile.

Vespa GTS Super 300 Racing Sixties ha le scocche in acciaio.

La rinnovata gamma comprende ben cinque versioni:

  • Touring;
  • Super;
  • SuperSport;
  • SuperTech;
  • GTS.

Due le motorizzazioni disponibili, all’apprezzato monocilindrico da 125 centimetri cubici i-get si affianca un nuovo propulsore High Performance Engine da 300 cc, montato sulla versione oggetto della nostra prova su strada, capace di sprigionare una potenza massima di oltre 23 cavalli, la più potente unità mai montata su di una Vespa.

Tante le novità tecniche e stilistiche che rendono unico uno scooter che con il passare del tempo ha saputo perfezionarsi senza mai tradire le proprie origini, un mezzo che sfoggia un look che ricorda nei particolari e nei dettagli le sue storiche antenate a cominciare dall’indimenticabile Vespone.

Vespa GTS Super 300 Racing Sixties: motore e prestazioni

Vespa GTS Super 300 Racing Sixties Vespa GTS Super 300 Racing Sixties

Un monocilindrico da 300 centimetri cubici, un motore 4 tempi a iniezione elettronica, con distribuzione 4 valvole per cilindro, raffreddato a liquido, capace di raggiungere una potenza di 23,8 cavalli a 8.250 giri al minuto per una coppia massima di 26 Nm a 5.250 giri al minuto, un propulsore che rispetto alla precedente generazione cresce in termini di potenza e coppia motrice (+12% / +18%), il tutto nonostante un netto miglioramento dell’efficienza, visto che la casa madre dichiara una percorrenza media di 29,4 chilometri con un litro (31,2 km/l nel ciclo WMTC).

Rappresenta così il motore più performante mai montato su di una Vespa, un’unità che risponde perfettamente a una serie di obbiettivi che i tecnici Piaggio si erano imposti:

  • ottimizzazione del rendimento termodinamico;
  • riduzione degli attriti interni;
  • riduzione della rumorosità di funzionamento;
  • contenimento del peso e degli ingombri.

La testa del propulsore monocilindrico è stata completamente riprogettata, nuovi i condotti di aspirazione, rivisti nella geometria e diametro, nuove le valvole di aspirazione e scarico, ora con diametro incrementato di 3 millimetri.
Muta anche la forma del pistone, rivisto al fine di una ottimizzazione dell’efficienza, nuovo anche la distribuzione monoalbero a camme per una maggiore affidabilità e durata nel tempo.

Vespa GTS Super 300 Racing Sixties Vespa GTS Super 300 Racing Sixties

Sempre ai fini dell’ottimizzazione dell’efficienza e della massima riduzione dei consumi, il sistema d’iniezione prevede ugelli ad alta pressione, la candela di accensione all’iridio assicura una maggiore durata nel tempo.

Ne derivano intervalli di manutenzione notevolmente allungati rispetto al passato, ora ogni 10.000 chilometri.

Novità anche per la trasmissione, il variatore automatico di velocità CVT è dotato di una cinghia più spessa e robusta, diminuisce la rumorosità di funzionamento a fronte di maggiore silenziosità meccanica, grazie all’utilizzo di una centralina di ultima generazione Magneti Marelli MIUG4, la GTS è omologata Euro 5.

Completa la sua dotazione, di serie presenti cerchi da 12 pollici con finiture dorata, carrozzeria Verde Bosco e impianto frenante a doppio disco, per la prima volta su di uno scooter viene proposto il controllo elettronico della trazione (ASR) che lavora in abbinamento al sistema antibloccaggio in frenata (ABS).

Vespa GTS Super 300 Racing Sixties: prova su strada

Vespa GTS Super 300 Racing Sixties Vespa GTS Super 300 Racing Sixties

Ha uno stile inconfondibile e un look che ricorda le gloriose antenate degli anni Sessanta, uno scooter che nella sua ricercatezza mostra una grinta inaspettata e una facilità di utilizzo disarmante.

Il motore sale di giri con una rapidità inaspettata, gli oltre 20 cavalli si fanno sentire, la stabilità è esemplare, complice una sospensione anteriore monobraccio con ammortizzatore idraulico e posteriore con doppio ammortizzatore completamente regolabile nel precarico su quattro posizioni.

L’impronta a terra è assicurata da pneumatici tubeless di larga sezione e a sezione differenziata (120/70 all’anteriore e 130/70 al posteriore) con cerchi da 12 pollici.

Difficile pretende di più da uno scooter che ha nella rapidità d’inserimento, agilità e scatto le sue armi migliori. Divertente da utilizzare anche negli spostamenti extraurbani non fa rimpiangere mezzi di cilindrata superiore, anche nel traffico cittadino le sue dimensioni ridotte e il suo baricentro basso consentono di muoversi con sufficiente disinvoltura, un due ruote che conquista e che realmente ti accompagna in qualsiasi spostamento.

Ottima la capacità del vano sottosella, bella la strumentazione con grafica retrò e impreziosita da un display digitale che riporta le varie informazioni del computer di bordo.

La Super 300 Racing Sixties è in vendita a un prezzo di listino di 6.710 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it