Università, è possibile laurearsi in anticipo?

Luna Luciano

09/04/2022

09/04/2022 - 19:06

condividi

Sarà capitato a tutti gli studenti di domandarsi se sia possibile laurearsi in anticipo. Una scelta vantaggiosa quanto complicata perché non tutti gli atenei prevedono questa opportunità.

Università, è possibile laurearsi in anticipo?

Laurearsi in anticipo può sembrare una chimera specialmente quando il luogo comune vuole che sia quasi impossibile laurearsi in tempo e non andare fuori corso - luogo comune che purtroppo nasconde in sé storie di privilegi e disparità sociali.

Eppure, può capitare che in alcuni casi gli studenti riescano a concludere tutti gli esami e abbiano la tesi universitaria pronta ancor prima che terminino gli anni richiesti per il percorso - che siano 3 anni per la triennale o 2 per la magistrale. In questi casi sembrerebbe quindi possibile laurearsi in anticipo, eppure la normativa non è chiara. Infatti, non sempre le università consentono ai propri laureandi di laurearsi con una o due sessioni d’anticipo.

Prima di richiedere la tesi sarebbe meglio informarsi presso la propria segreteria. In ogni caso è opportuno fare il punto della situazione, capendo cosa dice la legge e soprattutto come fare per laurearsi in anticipo. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Università, è possibile laurearsi in anticipo: cosa dice la legge?

Prima di fornire alcuni consigli per laurearsi in anticipo è fondamentale capire cosa dice la legge e se è possibile anticipare la propria sessione di laurea. Purtroppo, la legge non è così chiara e limpida in merito, per questo motivo può essere utile esaminare due sentenze del Tar che hanno reso valida la laurea prima del tempo solo a certe condizioni e non sempre.

Quando si parla di laurea in anticipo è impossibile non ricordare un caso del 2006: Alessandro Gravili, studente di Filosofia dell’Università del Salento, in soli due anni aveva superato tutti gli esami e preparato la propria tesi universitaria, eppure gli fu negata la possibilità di laurearsi prima del tempo. Grazie al ricorso al Tar di Lecce, che invece garantì la possibilità di laurearsi in anticipo, conseguendo anche la lode.

Eppure, solo 6 anni dopo, nel 2012, non fu consentito di laurearsi in anticipo a Luca Pompei, studente di Giurisprudenza presso La Sapienza di Roma. Lo studente aveva sostenuto 29 esami con la media del 28,48 in soli due anni e con la tesi già pronta. I regolamenti dell’università gli negarono la possibilità di laurearsi in anticipo, eppure il Tar del Lazio in questo caso confermò la scelta dell’Ateneo. La sentenza spiega che lo stendente avrebbe potuto laurearsi in anticipo solo con una media del 29 e con il permesso dell’Università: condizioni che non si erano verificate.

A oggi sono poi molte le storie invece di studenti che riescono a laurearsi prima del tempo senza alcuna difficoltà. Tutto questo è la prova tangibile di quanto la legge non sia chiara in merito.

Università, è possibile laurearsi in anticipo: cosa fare?

Nonostante le sentenze e storie contrastanti, se si ha in animo di volersi laureare in anticipo è sempre meglio tentare. Prima però di rimanere delusi è meglio sapere cosa fare.

Il primo passo da fare è quello di informarsi presso la propria segreteria, in modo da sapere se la propria Università prevede tale opportunità e se sono necessarie delle autorizzazioni specifiche per poter sostenere un esame in anticipo, oltre che la stessa sessione di laurea anticipata. Infatti, ogni Università ha un proprio regolamento interno e quindi le norme possono variare da ateneo ad ateneo.

Nel caso in cui sia possibile laurearsi in anticipo non resta che organizzare il proprio studio per poter superare tutti gli esami prima del tempo e pensare già alla tesi universitaria.

Università, come laurearsi in anticipo: 3 consigli

Nel caso in cui il proprio ateneo consenta di potersi laureare in anticipo, è bene quindi organizzare lo studio in modo da poter soddisfare il proprio desiderio o ambizione.

In effetti molti studenti desiderano laurearsi in anticipo proprio per poter entrare prima nel mondo del lavoro, in modo da poter crescere professionalmente e arricchire il proprio curriculum prima del tempo. Per questo motivo in molti potrebbero cercare un piano per poter riuscire a dare tutti gli esami in tempo e scrivere la tesi universitaria in anticipo. Ecco quindi 3 consigli utili per poter organizzare il proprio studio e laurearsi in anticipo:

  • Organizzare il piano studi. Per laurearsi in anticipo (o comunque conseguire il titolo accademico) l’organizzazione è fondamentale. Per questo è importante nel proprio piano di studi dare priorità agli esami propedeutici, senza i quali non è possibile affrontarne altri.
  • Studiare con costanza. Lo studio costante è la chiave di volta per poter preparare più esami in contemporanea. In questo sarà possibile concludere prima gli esami da dare.
  • Seguire le lezioni. Le lezioni sono spesso sottovalutate dagli studenti, eppure ascoltare un concetto ripetuto in più lezioni aiuta la memorizzazione oltre che il consolidamento di quanto si è studiato fino a quel momento.

Ecco, quindi, tutto quello che bisogna sapere sulla possibilità di laurearsi prima del tempo. Adesso non resta che studiare e prepararsi alla laurea.

Argomenti

# Laurea

Iscriviti a Money.it