Le Università che fanno guadagnare di più

Studiare paga, ma in alcuni casi più di altri. Ecco quali sono le università che fanno guadagnare di più e che offrono maggiori opportunità di carriera nel 2019.

Le Università che fanno guadagnare di più

Lo studio paga, ma è indubbio che la scelta dell’università rappresenti il primo passo per la costruzione di una carriera promettente.

Quando si è ormai conclusa la maturità, sono molti gli studenti alle prese con la scelta della facoltà migliore e per alcuni tra i criteri di valutazione vi sono le possibilità di guadagno.

Difficile dire quali sono le università che permettono di guadagnare di più. Se studiare aiuta ad acquisire competenze e conoscenze fondamentali per garantirsi una carriera di successo, per “fare soldi” è necessario ben altro.

Ci sono tuttavia università - e facoltà - che offrono opportunità di guadagno maggiori rispetto ad altre, come confermato dal report realizzato da Job Pricing e Spring Professional nel 2019 sul valore del titolo di studio nel mondo del lavoro

In questa indagine vengono analizzati diversi aspetti legati alle opportunità di guadagno che offrono gli atenei e le facoltà italiane: dalle differenze tra Nord e Sud a quelle tra Università private e pubbliche.

Una cosa è certa: studiare paga, ma in alcuni casi più che in altri.

Decidere di frequentare l’università va spesso oltre le future possibilità di guadagno e la scelta della facoltà migliore è spesso legata alle proprie passioni e ambizioni.

Tuttavia, in un mercato del lavoro in continuo mutamento e anche a fronte di una crisi occupazionale che sembra inarrestabile, sono tanti gli studenti e le famiglie che preferiscono scegliere l’università in maniera meno romantica ma più razionale, e che si chiedono quale sia la laurea che permette di guadagnare di più.

Questo perché se è vero che studiare e formarsi è sempre un investimento, è altrettanto vero che frequentare l’università è una spesa non solo in termini economici ma anche per le energie e il tempo da dedicarvi.

A fronte di un investimento personale e familiare notevole, è lecito chiedersi quali siano le facoltà più remunerative e che promettono guadagni migliori.

Per rispondere a questa domanda analizziamo di seguito i dati del report JobPricing sulle lauree che fanno guadagnare di più.

Le lauree che fanno guadagnare di più

Sulla base di quello che è il livello retributivo garantito all’ingresso nel mondo del lavoro, le facoltà che premiano maggiormente sono Scienze Biologiche, Scienze Giuridiche e Scienze Fisiche.

La medaglia d’oro della laurea che promette guadagni maggiori va alla facoltà di Scienze Biologiche: la retribuzione annua media prevista per un giovane appena laureato di età compresa tra i 25 e i 34 anni è pari a 35.782 euro lordi. Subito dietro i laureati in Scienze Giuridiche, con un guadagno di 34.656 euro e in Scienze Fisiche, con 34.425 euro.

Tuttavia, la classifica stilata da JobPricing all’interno del Report dedicato ai “profili retributivi dei laureati nel mercato del lavoro italiano” premia, nel lungo termine, i laureati in Ingegneria Chimica e dei Materiali.

Ma allora, quali sono le lauree che fanno guadagnare di più? Ecco quali sono le migliori facoltà per carriera e retribuzione in base alle diverse fasce d’età:

ATENEO25-34 anni35-44 anni45-54 annida 25-34 a 45-54
Ingegneria Chimica e dei Materiali € 30.590 € € 48.602 € 60.703 98%
Scienze chimiche € 29.375 € 40.347 € 54.514 86%
Scienze economiche € 31.431 € 44.030 € 56.375 79%
Ingegneria Meccanica, Navale, Aeronautica e Aerospaziale € 30.966 € 39.161 € 55.285 79%
Ingegneria Gestionale € 32.014 € 42.254 € 56.953 78%
Scienze politiche e sociali € 28.549 € 39.665 € 50.060 75%
Ingegneria civile e Architettura € 28.319 € 36.335 € 46.697 65%
Scienze statistiche € 31.576 € 41.330 € 51.953 65%
Scienze giuridiche € 34.656 € 40.588 € 56.790 64%
Scienze mediche € 32.746 € 50.206 € 52.867 61%
Lingue e letterature straniere moderne € 25.543 € 29.425 € 40.675 59%
Scienze storiche e filosofiche € 25.620 € 32.497 € 39.342 54%
Scienze biologiche € 35.782 € 36.117 € 50.711 42%
Ingegneria Informatica, Elettronica e delle Telecomunicazioni € 30.234 € 34.972 € 41.760 38%
Scienze matematiche e informatiche € 28.383 € 31.957 € 38.310 35%
Scienze pedagogiche e psicologiche € 25.507 € 28.037 € 33.345 31%
Scienze fisiche € 34.425 € 38.750 € 40.724 18%

(Fonte: Report JobPricing 2019)

La classifica conferma uno dei luoghi comuni difficili da sfatare: le lauree in discipline scientifiche fanno guadagnare di più mentre le materie umanistiche come lettere o lingue restano ferme agli ultimi posti.

Differenze tra laureati e non laureati

Se la facoltà che avete scelto o che vi piacerebbe frequentare dal 2019 non è tra le prime in classifica c’è sempre una consolazione: avere una laurea premia e, ancor di più, premia specializzarsi.

La retribuzione media di un laureato è pari a 27.732 euro all’anno, contro i 39.697 euro di un non laureato. Una differenza che è pari a 12.000 euro in media all’anno.

C’è da dire che a parità di posizione lavorativa, la differenza di retribuzione tra laureati e non laureati non è poi così eclatante, soprattutto nei primi anni di ingresso nel mondo del lavoro. La differenza la fa tuttavia la costruzione della propria carriera professionale.

Partiamo tuttavia dai dati su livello di istruzione e RAL per inquaramento:

LIVELLO DI ISTRUZIONEDIRIGENTIQUADRIIMPIEGATIOPERAI
Non laureati € 97.892 € 54.161 € 30.490 € 24.768
Laureati € 102.775 € 54.116 € 31.641 € 25.255
Differenza % 5,0% -0,1% 3,8% 2,0%

L’analisi è ancora più interessante se si guarda al guadagno medio previsto in base al livello d’istruzione:

LIVELLO DI ISTRUZIONE DIRIGENTI QUADRI IMPIEGATI OPERAI
Scuola dell’obbligo € 96.537 € 51.726 € 29.823 € 24.729
Diploma di scuola professionale € 103.391 € 54.676 € 30.465 € 24.992
Diploma di media superiore € 97.800 € 54.286 € 30.621 € 24.754
Laurea triennale € 92.796 € 51.043 € 28.636 € 23.740
Master di I livello € 103.638 € 54.560 € 31.614 € 24.131
Laurea magistrale € 102.954 € 54.353 € 32.491 € 26.083
Master di II livello € 106.391 € 55.164 € 32.703 € 25.935

Quello che cambia è tuttavia la possibilità di accedere a posizioni che garantiscono inquadramenti superiori e quindi stipendi più alti. Dirigenti e Quadri sono nella maggior parte dei casi laureati.

Gli atenei che fanno guadagnare di più

Ad essere importante, però, non è solo “cosa si studia”, ma anche il “dove”. Ad esempio, il report rileva che chi ha studiato in un’Università privata ha un ritorno economico superiore del 14% rispetto all’aver frequentato un ateneo statale e del 4% rispetto all’aver frequentato un politecnico.

Ci sono delle differenze anche tra Nord e Sud; per chi ha frequentato un’Università settentrionale, infatti, c’è un’opportunità di guadagno migliore del 10% rispetto a chi ha studiato al Sud o nelle Isole.

A tal proposito, ecco una tabella dove è indicata la retribuzione annua lorda (RAL) media dei laureati - con fascia d’età compresa tra i 25 e i 35 anni a seconda dell’ateneo nel quale si è conseguita la laurea.

ATENEORAL MEDIASCOSTAMENTO DA MEDIA LAUREATI
Università Commerciale Luigi Bocconi € 34.856 14,5%
LUISS Libera università internazionale degli studi sociali Guido Carli € 33.653 10,6%
Politecnico di Milano € 32.769 7,7%
Università Cattolica del Sacro Cuore € 32.383 6,4%
Università degli Studi di Siena € 31.743 4,3%
Politecnico di Torino € 31.543 3,6%
Università degli Studi di Padova € 31.297 2,8%
Università degli Studi di Roma Tor Vergata € 31.121 2,3%
Università degli Studi di Brescia € 31.114 2,2%
Università degli Studi di Genova € 31.111 2,2%
Università degli Studi di Pisa € 31.001 1,9%
Università degli Studi dell’Aquila € 30.992 1,8%
Università degli Studi di Parma € 30.855 1,4%
Università degli Studi di Palermo € 30.812 1,2%
Università degli Studi di Udine € 30.804 1,2%
Politecnico di Bari € 30.714 0,9%
Università degli Studi della Calabria € 30.647 0,7%
Università degli Studi di Napoli Federico II € 30.561 0,4%
Università di Roma La Sapienza € 30.555 0,4%
Università degli Studi di Trieste € 30.529 0,3%
Università degli Studi di Milano Bicocca € 30.515 0,3%
Università degli Studi di Bergamo € 30.492 0,2%
Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia € 30.480 0,2%
Università Politecnica delle Marche € 30.479 0,2%
Alma mater studiorum Università di Bologna € 30.477 0,1%
Università degli Studi di Pavia € 30.439 0,0%
Università degli Studi di Catania € 30.382 -0,2%
Università degli Studi di Verona € 30.315 -0,4%
Università degli Studi di Firenze € 30.246 -0,6%
Università degli Studi di Milano € 30.192 -0,8%
Università degli Studi di Napoli Parthenope € 30.141 -1,0%
Università degli Studi Roma Tre € 30.108 -1,1%
Università degli Studi di Torino € 30.034 -1,3%
Università degli Studi di Bari € 29.742 -2,3%
Università degli Studi di Trento € 29.720 -2,3%
Università degli Studi di Ferrara € 29.650 -2,6%
Università Ca Foscari di Venezia € 29.513 -3,0%
Università degli Studi di Cagliari € 29.292 -3,7%
Università degli Studi di Messina € 28.974 -4,8%
Università degli Studi di Perugia € 28.893 -5,1%

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Università

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.