Come l’Ue spenderà 490 milioni per ristrutturare il Parlamento europeo di Bruxelles

Alessandro Cipolla

15 Giugno 2023 - 16:22

condividi

Bruxelles sta pensando di ristrutturare la sede del Parlamento europeo: l’Ue è pronta a spendere fino a 490 milioni per rendere l’edificio Spaak conforme alle regole ambientali.

Come l’Ue spenderà 490 milioni per ristrutturare il Parlamento europeo di Bruxelles

L’Unione europea presto potrebbe dover sborsare quasi mezzo miliardo di euro per ristrutturare palazzo Spaak, la sede di Bruxelles del Parlamento europeo. A rivelarlo è Euractiv che avrebbe visionato il documento in questione.

Secondo indiscrezioni di stampa l’Ufficio di Presidenza del Parlamento Europeo starebbe valutando di ristrutturare l’edificio Paul-Henri Spaak (PHS) che ospita l’emiciclo in cui si svolgono le sedute plenarie, la sala stampa e gli uffici del presidente del Parlamento. Si tratta di una delle sedi principali dell’apparato comunitario, inserito all’interno del cosiddetto Espace Léopold di Bruxelles che individua l’insieme degli edifici che ospitano l’organo legislativo dell’Ue.

L’intenzione sarebbe quella di ammodernare l’edificio, pur senza alterarne l’aspetto architettonico, al fine di renderlo più efficiente e conforme agli standard europei di risparmio energetico, di salute e sicurezza. A quanto si apprende l’edificio, inaugurato nel 1993, avrebbe qualche problema strutturale tanto che, nel 2012, era stato temporaneamente chiuso per delle fessurazioni sulle travi sovrastanti l’emiciclo.

L’idea iniziale di qualche anno fa era quella di ricostruire interamente la sede ma tale piano è stato abbandonato lo scorso anno, nel timore di dover fronteggiare dei costi che potessero arrivare al miliardo di euro. Pertanto, accantonata l’ipotesi di una ricostruzione integrale, si è ipotizzata la ristrutturazione il cui costo complessivo oscillerà tra 455 e i 490 milioni di euro.

Ue: 490 milioni per ristrutturare il Parlamento europeo?

A Bruxelles sarebbero tutti d’accordo: la sede del Parlamento europeo deve essere ristrutturata, con la spesa che non dovrebbe superare i 490 milioni mentre la durata dei lavori sarebbe di 18 mesi.

L’iniziale ipotesi di una ricostruzione dell’edificio Spaak - tramite un concorso di architettura - avrebbe avuto invece costi stimati nel miliardo di euro, motivo per cui alla fine si è deciso di puntare sulla ristrutturazione.

Nel documento in questione si legge che la ristrutturazione “equivarrebbe a un profondo rinnovamento ambientale dell’attuale edificio; verrebbe aggiornato e modernizzato senza modifiche fondamentali alle sue funzionalità o al suo design architettonico”.

La plenaria del Parlamento europeo di Bruxelles ogni anno ospita cinque mini-sessioni, con il resto delle sedute che si svolge nell’altra sede di Strasburgo. In passato molto si è parlato del grande spreco di risorse derivante da questa doppia sede.

Per quanto riguarda la ristrutturazione, ancora non è stata calendarizzata la data della decisione finale: a prescindere i tempi saranno comunque lunghi, visto che tra progettazione e gara d’appalto i lavori non dovrebbero iniziare prima dei tre anni.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO