Suzuki Ignis Hybrid 2021 è un SUV ultracompatto. A partire dal suo anno di lancio, avvenuto nel 2016, ha conquistato sempre più consensi nel nostro paese, merito di un look accattivante, di una motorizzazione moderna ed efficiente e di contenuti tecnologici all’avanguardia.

Suzuki Ignis Hybrid 2021 è in vendita a partire da 15.200 euro.

Una linea e uno stile che non passano inosservati, merito anche di un frontale dominato da una griglia anteriore a cinque elementi e dalla presenza di finiture argentate per il paraurti anteriore e posteriore, particolare che ne accentua carattere e personalità.

Suzuki Ignis Hybrid 2021 è un SUV ibrido

Compatto, identificativo, il suo stile mostra linee decise, nella mascherina è evidente il family feeling del marchio automobilistico nipponico, dove i gruppi ottici a LED, sono impreziositi da elementi cromatici. Immancabile, vista la vocazione off-road di questa modello, la presenza di uno skid plate nella zona inferiore del frontale, ai cui lati sono inseriti dei fari fendinebbia, in posizione più rialzata rispetto al passato e conseguentemente più protetti da urti accidentali.

Suzuki Ignis Hybrid 2021

Rispetto alla generazione precedente, l’altezza da terra è stata maggiorata di un centimetro.

Anche nell’abitacolo si respira aria di novità, complici finiture eleganti e una strumentazione che ai classici elementi circolari abbina un display digitale che ospita le informazioni supplementari del computer di bordo.

Lungo il tunnel centrale e nei dettagli portiera sono inserite finiture a contrasto, con inserti blu scuro o argentati a seconda degli allestimenti e tinta carrozzeria.

Cuore di questo SUV ultracompatto è il suo motore omologato Euro 6d.

Si tratta di un’unità siglata K12D composta da un quattro cilindri in linea benzina, da 83 cavalli e 107 Nm di coppia massima a 2.800 giri al minuto, abbinata a un sistema ISG (acronimo di Integrated Starter Generator).

Si tratta di un motorino di avviamento che per l’occasione funge anche da starter: quando il pilota richiede la massima potenza o in occasione di una maggior richiesta di spinta, questa unità supplementare fornisce coppia aggiuntiva per uno spunto ancora più brillante.

Immancabile, vista l’alimentazione ibrida leggera della Suzuki, la presenza di un pacco batteria da 10 Ah (in passato era da 3 Ah), un considerevole aumento della potenza energetica, che rende il model year 2021 ancora più efficiente, con consumi ed emissioni in linea con quanto stabilito dalla server normativa europea.

La vocazione da off-road della rinnovata Ignis è sottolineata anche dalla presenza della tecnologia 4x4 ALLGrip disponibile in alternativa alla tradizionale trazione anteriore.

Lo schema di funzionamento della trazione integrale è semplice quanto efficace, un giunto viscoso trasferisce automaticamente la coppia motrice alle ruote posteriore in presenza di una perdita di aderenza di una delle ruote anteriori.

Abbinato all’ALL GRIP troviamo anche due dispositivi estremamente utili nella guida in fuoristrada:

  • Hiill Descent Control: mantenimento della velocità in discesa;
  • Grip Control: gestione intelligente della trazione.

In caso di forti pendenza o quando l’asfalto è a scarsa aderenza, questi due sistemi intervengono, per una guida più semplice e sicura in ogni condizione di guida e marcia.

Suzuki Ignis Hybrid 2021

Sia in presenza della trazione anteriore che di quella integrale, sarà sempre possibile ordinare aftermarket l’alimentazione GPL, prodotta e collaudata da BRC e coperta dalla garanzia ufficiale della casa madre.

Massima sicurezza al volante della Suzuki Ignis Hybrid 2021

Compatta, innovativa, tecnologica, la presenza dei dispositivi di Guida autonoma di Livello 2, la rendono sicura in ogni condizione di marcia, grazie a una tecnologia innovativa, tra cui figurano sistemi quali:

  • attentofrena: frenata automatica d’emergenza che comprende una doppia telecamera anteriore, che analizza tutto ciò che accade davanti la vettura, rilevando ogni ostacolo dai pedoni ai veicoli in movimento, raccogliendo informazioni e intervenendo sui freni qualora ravvisi possibili e potenziali collisioni;
  • guidadritto: è il dispositivo di mantenimento della corsia, funziona a velocità superiori ai 60 km/h, qualora si cambi corsia senza utilizzare l’indicatore di direzione. Il sistema interviene dapprima con un segnale luminoso sul quadro strumenti, successivamente con vibrazioni al volante;
  • restasveglio: monitora eventuali colpi di sonno, avvertendo il pilota con segnali acustici e visivi. Una tecnologia in grado anche di rilevare l’eventuale disidratazione del pilota, attraverso l’utilizzo di algoritmi dedicati.

Questi tre sistemi sono di serie sull’allestimento TOP mentre sono disponibili a richiesta su quello COOL.

Per quanto concerne gli allestimenti, ancora una volta la filiale italiana della casa di Hamamatsu segue la filosofia “tutto di serie, senza sorprese”, proponendo per il mercato italiano due livelli di allestimenti.

La versione di accesso è la Cool e dispone di una serie di accessori, tra cui:

  • fari full led;
  • cerchi in lega da 16 pollici;
  • climatizzatore;
  • Apple CarPlay e Android Auto;
  • retrocamera;
  • sedili posteriori scorrevoli e sdoppiati;
  • infotainment con schermo touch da 7 pollici;
  • privacy glass posteriori;
  • sedili anteriori riscaldati;
  • sensore crepuscolare.

L’allestimento TOP, aggiunge:

  • navigatore satellitare;
  • climatizzatore automatico;
  • alzacristalli elettrici posteriori;
  • volante in pelle;
  • cruise control con limitatore di velocità;
  • indicatori di direzioni integrati nelle calotte specchi retrovisori;
  • sistema apertura e avviamento keyless.

Foto Suzuki Ignis Hybrid 2021