Molti suv e pochi veri fuoristrada: in Africa riprende l’industria delle auto off-road

Case automobilistiche africane stanno producendo fuoristrada vecchio stile per soddisfare la domanda locale.

Molti suv e pochi veri fuoristrada: in Africa riprende l'industria delle auto off-road

Sport utility vehicle, per brevità suv, è il tipo di automobile più cercata in questo momento. Sono considerati ormai alla stregua dei vecchi fuoristrada, ma spesso ne hanno ereditato ben poco: l’assetto a ruote alte è in comune, ma le dotazioni di lusso e il design elegante li rendono un prodotto diverso e a volte poco adeguato ai tragitti off road.

Durante la stagione invernale è zeppo il web di video con Land Rover, Porsche Cayenne o Alfa Romeo Stelvio incagliate sulla neve, mentre auto 4x4 molto più piccole se la cavano benissimo.

L’estinzione dei fuoristrada a favore dei suv non piace in Africa, dove chi si sposta ha bisogno di un’auto capace di muoversi su diversi tipi di terreno spesso in pessime condizioni, con pochi fronzoli elettronici e alla portata dei meccanici locali per le riparazioni. Per questo stanno aumentando le case automobilistiche africane che propongono dei veri fuoristrada robusti.

Suv vs fuoristrada

Tutte le case automobilistiche hanno abbandonato i fuoristrada vecchio stampo sostituendoli con i suv comodi, accessoriati e spesso lussuosi.

In Africa non c’è molto bisogno di assistenti per il parcheggio, connettività, sedili auto riscaldabili e cromature, bensì di marce ridotte, trazione integrale e tanta resistenza alle intemperie e ai fondi non asfaltati.

Stanno aumentando le case locali, spesso guidate da manager europei, che costruiscono fuoristrada più adatti al mercato. Ad esempio, la Mobius Motors, nata nel 2014 in Kenya, ha lanciato da poco la seconda generazione del fuoristrada Mobius.

L’Africa e i fuoristrada

Il Mobius II è un tradizionale 4x4 in metallo, robusto e facile da riparare. La prima versione, nonostante fosse andata a ruba in pochi mesi grazie al prezzo di 9mila euro, era stata considerata addirittura troppo basica, motivo per cui il Mobius II è disponibile in tre allestimenti Cargo, Adventure e Adventure Plus, con un motore benzina 1.8 da 130 cv e un prezzo di partenza da 11mila euro.

I dati, fermi al 2014, ci dicono che in Africa ci sono 42,5 milioni di veicoli sulle strade africane, specialmente in Kenya ed Etiopia, dove sono aumentati rispettivamente del 12% e 10%, per un giro d’affari totale tra i 60 e i 70 miliardi di dollari.

Questo incentiva la produzione interna, anche perché l’importazione di veicoli usati dall’Europa significherebbe immettere sul territorio africano automobili più inquinanti di quelle nuove.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su SUV

Argomenti:

SUV

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.