Super green pass, cosa cambia da oggi: ristoranti, cinema, cerimonie, sci e trasporti. Le faq

Emiliana Costa

6 Dicembre 2021 - 11:30

condividi

Da oggi lunedì 6 dicembre entra in vigore il super green pass. Ma cosa cambia esattamente? E dov’è sufficiente il certificato verde base? Tutte le domande e le risposte.

Super green pass, cosa cambia da oggi: ristoranti, cinema, cerimonie, sci e trasporti. Le faq

È scattata l’ora X. Da oggi lunedì 6 dicembre entra in vigore il super green pass ovvero il certificato verde rafforzato rilasciato con la sola vaccinazione o guarigione da Covid-19. Inoltre, da oggi la provincia autonoma di Bolzano entra in zona gialla e va ad affiancare il Friuli Venezia Giulia (in giallo dallo scorso 29 novembre).

Non è tutto. In vista del Natale, molti comuni hanno introdotto l’obbligo di mascherine all’aperto nelle vie dello shopping. Ma cosa cambia esattamente da oggi lunedì 6 dicembre? Sono già scattate le prime multe. Entriamo nel dettaglio con una serie di domande e risposte.

A cosa serve il super green pass?

Il super green pass è una certificazione verde Covid-19 ottenuta con la sola vaccinazione o con la guarigione dal virus Sars-Cov- 2. Da oggi lunedì 6 dicembre al 15 gennaio il super green pass entra in vigore in zona bianca, mentre è già attivo in zona gialla dal 29 novembre (in Friuli Venezia Giulia).

Il certificato verde rafforzato è obbligatorio per entrare a teatro e al cinema, per accedere a eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche. In zona gialla chi è dotato di super green pass non avrà l’obbligo di sedere solo in quattro in un tavolo in bar e ristoranti. Il certificato verde rafforzato non è invece obbligatorio per il consumo al bancone o le consumazioni all’aperto.

Il super green pass è obbligatorio per sciare?

Per sciare in zona bianca e gialla è sufficiente il green pass base (ovvero quello con l’opzione tampone antigenico entro le 48 ore o molecolare entro le 72 ore). In zona arancione invece serve il certificato verde rafforzato per utilizzare gli impianti di risalita. In zona rossa le strutture saranno chiuse per tutti.

È obbligatorio indossare le mascherine all’aperto?

Sì, ma non su tutto il territorio nazionale. A Roma l’obbligo è scattato già sabato 4 dicembre e resterà in vigore fino alla mezzanotte del 31 dicembre nelle vie del centro.

Con date differenziate, molti comuni italiani hanno introdotto lo stesso obbligo, in genere nelle vie dello shopping. La misura è già partita a Milano, Bologna, Varese, Bergamo, Brescia, Como, Monza, Cremona, Pesaro, Aosta, Vicenza, Padova, Bolzano, Trento, Napoli, Jesolo.

Anche in tutta la Sicilia il provvedimento è in vigore fino al 31 dicembre. A Torino le mascherine all’aperto sono previste fino al 15 gennaio. A Cagliari, Novara e Lecco l’obbligo è partito il 3 dicembre. A Firenze, Viareggio e Alessandria è scattato, come nella Capitale, da sabato 4 dicembre. A Cortina e Courmayeur la misura parte il 9 dicembre. Altri comuni stanno valutando.

Dall’obbligo di mascherine all’aperto sono esclusi i bambini sotto i 6 anni d’età, le persone con disabilità e quelle impegnate in attività sportiva. Chi non le indossa rischia una multa che va dai 400 ai mille euro.

Chi possiede già il green pass come fa a ottenere il super green pass?

Per chi si è sottoposto a vaccino o è guarito da Covid-19 non cambia nulla. Continua a valere il vecchio certificato verde (che diventa super) fino a 9 mesi dalla data di emissione.

Per chi si è appena vaccinato, le modalità per scaricarlo non cambiano. Il certificato verde rafforzato si può scaricare dal sito de governo tramite identità digitale, tessera sanitaria o documento d’identità; tramite Fascicolo Sanitario Elettronico; tramite app Immuni o IO; tramite Authcode; dal medico o in farmacia.

Per quali attività basta il green pass base?

Il green pass base si può ottenere anche con l’opzione tampone: molecolare (valido 72 ore) oppure tampone antigienico (valido 48 ore). Il certificato verde «basic» resta valido per recarsi sul posto di lavoro. Inoltre, in zona bianca e gialla, il green pass base può essere usato per accedere ad alberghi, palestre, piscine, spogliatoi e docce, circoli sportivi al chiuso e impianti sciistici.

Da oggi lunedì 6 dicembre, il green pass base diventa obbligatorio per il trasporto locale. Resta l’obbligo sui treni ad alta velocità e aerei.

Primo multato a Roma sul bus

A poche ore dall’entrata in vigore del decreto super green pass, sono già scattate le prime multe. Da oggi, il certificato verde base (con l’opzione tampone) è obbligatorio su bus e metro. A Roma, alla fermata dei bus di piazzale Flaminio gli agenti di polizia hanno già sanzionato il primo cittadino senza green pass. L’uomo, un 50enne romeno, era appena sceso dall’autobus quando le forze dell’ordine gli hanno chiesto di esibire il certificato. Il 50enne si è giustificato dicendo: «Non ce l’ho perché volevo vaccinarmi nei prossimi giorni». Per lui è scattata una sanzione di 400 euro.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it