Stelle cadenti, a maggio uno spettacolo da non perdere: ecco quando e dove vederle

Luna Luciano

26/05/2022

26/05/2022 - 12:30

condividi

Il cielo di maggio potrebbe aprirsi in uno spettacolo da non perdere con una tempesta di meteore. Ecco quando e dove vedere le stelle cadenti.

Stelle cadenti, a maggio uno spettacolo da non perdere: ecco quando e dove vederle

L’astronomia a volte può riservare grandi sorprese e il cielo notturno si apre a uno di quei rari spettacoli, come una magnifica tempesta di meteore, originatesi da una cometa frantumata.

È questo quello che accadrà la notte tra il 30-31 maggio, gli amanti del cielo notturno potrebbero infatti avere l’occasione di vedere le Tua Ercolidi, uno sciame meteorico poco studiato a causa della sua basa attività annua. Eppure questa volta potrebbe offrire uno spettacolo indimenticabile, da non perdere. L’ultima volta che si verificò un simile evento fu nel 2001 con il passaggio delle Leonidi. Purtroppo quel fenomeno fu visibile soltanto dall’Asia e adesso si è in trepida attesa per scoprire da dove poter assistere allo spettacolo.

Benché siano in molti a essere affascinati dall’astronomia, non tutti conoscono la storia delle Tau Ercolidi e della cometa originaria. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Stelle cadenti a maggio: cosa sono le Tau Ercolidi

Ben presto il cielo di maggio potrebbe aprirsi nel magnifico spettacolo del passaggio delle Tau Ercolidi, uno sciame meteorico poco conosciuto e poco studiato a causa della sua bassa e spesso inesistente attività annua. Le Tau Ercolidi derivano dalla disgregazione della cometa 73P/Schwassmann-Wachmann, scoperta dai due scienziati di cui la cometa porta il nome nel 1930, quando passò a meno di 10 milioni di km dalla Terra: già in quel passaggio la cometa mostrò una tendenza alla frammentazione. Fu infatti notato un doppio nucleo.

Ma è dal 1995 che la cometa ha cominciato a manifestare un’intensissima attività disgregativa, che portò alla frantumazione prima in cinque pezzi del suo nucleo, fino ad arrivare al 2006 quando il numero dei frammenti salì oltre i sessanta.

Gli esperti ritengono che è probabile che in futuro la cometa si disgreghi totalmente dando origine a una nube di polveri e di meteoroidi che potrebbero dare origine a forti piogge meteoriche annuali di Tau Ercolidi.

A oggi c’è la possibilità lo sciame delle Tau Ercolidi possa dare nuovamente origine a piogge meteoriche, al momento la Terra sembra essere diretta verso il campo di detriti lasciato dietro dalla cometa 73P/Schwassmann-Wachmann, ma non è dato sapere quale sarà la portata del fenomeno, si potrebbero osservare poche stelle cadenti o vederne a decine, offrendo uno spettacolo simile alle Geminidi annuali di dicembre.

Tau Ercolidi, stelle cadenti: ecco quando vederle

Se è difficile prevedere lo spettacolo che ci offriranno le Tau Ercolidi, è però possibile conoscere la data esatta in cui rivolgere gli occhi al cielo. Il passaggio dello sciame meteorico dovrebbe avvenire la notte tra il 30 e il 31 maggio. Una data da segnarsi sul calendario.

Tau Ercolidi: dove vedere le stelle cadenti?

I calcoli non hanno ancora fornito una risposta univoca e conclusiva sul dove sarà possibile vedere queste stelle cadenti. Questi fenomeni sono difficili da prevedere e non è quindi ancora chiaro se sarà l’Europa, il Nord America o l’Asia ad aver maggior fortuna con gli orari. L’ultima volta che si verificò un simile evento fu nel 2001 con il passaggio delle Leonidi.

L’unica cosa certa è il verificarsi del passaggio, e qualunque appassionato di astronomia non dovrebbe perderselo, considerando che coinciderà con la Luna Nuova, dunque il cielo sarà buio e le possibilità di vedere le fiammate nel cielo alte.

Argomenti

# Spazio
# Luna

Iscriviti a Money.it