Una startup francese farà invecchiare il vino nello spazio

La compagnia si chiama Space Cargo Unlimited e ha già lanciato 12 bottiglie di vino sulla Stazione Spaziale Internazionale

Una startup francese farà invecchiare il vino nello spazio

Una startup francese farà invecchiare il vino nello spazio. Non si tratta di una fake news, né di un progetto da definire nel tempo, perché Space Cargo Unlimited - azienda che compie ricerche sulla microgravità dell’orbita terrestre - ha già inviato 12 bottiglie di vino sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Lo scorso 2 novembre ha infatti utilizzato un razzo di stampo Northrop Grumman per spedire le bottiglie.

Obiettivo è quello di testare come cambia il processo di invecchiamento del vino in orbita; malgrado non esistano certezze circa le possibili conseguenze, nella più rosea delle prospettive al rientro sulla terra un eventuale miglioramento potrebbe posizionare le bottiglie sul mercato del lusso.

LEGGI ANCHE: Vino, futuro roseo: il fatturato crescerà ancora

Una startup francese farà invecchiare il vino nello spazio

Nicolas Gaume, a capo dell’azienda, a settembre ha riunito il suo intero team di lavoro più diverse figure di spicco dei settori aerospaziale e vinicolo. All’incontro ha invitato anche i potenziali clienti più facoltosi pronti a investire sulla nuova e ambiziosa idea.

Tra questi ultimi c’erano rappresentanti di alcune tra le più grosse aziende statunitensi ed europee, imprenditori del comparto criptovalute e persino uno dei più famosi ballerini statunitensi.

Il vino è ovviamente la chiave dell’intera operazione, formalmente chiamata Mission WISE, sigla che sta per «Vitis Vinum in Spatium Experimentia».

Gaume riferisce sempre di ispirarsi al lavoro di Louis Pasteur, padre della microbiologia che studiò in più d’una occasione - su richiesta di Napoleone III - metodi per migliorare la conservazione del vino:

“Il vino rappresenta il fulcro degli studi della microbiologia realizzati da Pasteur, e potrebbe diventare la chiave per affrontare la materia in un modo unico nel prossimo futuro”,

ha affermato Gaume.

Il piano, per quanto sperimentale, parte dai due concetti chiave che differenziano terra e spazio: gli oggetti sono in uno stato di caduta libera, quella che gli scienziati chiamano microgravità e che il senso comune etichetta - in maniera un po’ troppo semplicistica - come gravità zero; senza l’atmosfera terrestre, gli oggetti nello spazio sono esposti a una radiazione molto maggiore rispetto a quelli sulla terra, condizioni che significano un cambio dei processi biologici, nell’uomo come nel vino.

In quest’ultimo caso, i microrganismi contribuiscono all’aroma della bevanda col passare del tempo, motivo per cui Space Cargo Unlimited punta a scoprire come il processo di invecchiamento nello spazio possa influire sul vino:

“La nostra teoria è che conservare questi campioni sulla Stazione Spaziale Internazionale, in un contesto di microgravità e micro-radiazioni, possa avere un impatto presumibilmente positivo sui batteri”,

ha dichiarato Philippe Darriet, consulente scientifico della missione e direttore di un istituto di ricerca sul vino all’Università di Bordeaux, dove i campioni verranno analizzati una volta rientrati sulla Terra.

A lasciar ben sperare sono anche i precedenti di ricerca: un esperimento simile è stato condotto nel 2011 da Ardbeg, distilleria di whisky scozzese che inviò fiale del suo distillato alla Stazione Spaziale Internazionale, rilevando che dopo soli due anni il whisky “sembrava invecchiato cinque anni per colore e gusto”, come affermato da uno degli esperti che partecipò ai lavori.

La ricerca potrebbe sbloccare nuove tecniche di vinificazione e dare indicazioni utili in diversi altri campi, tra cui quello agricolo e quello medico.

In più, un eventuale invecchiamento positivo riscontrato sui campioni inviati potrebbe rivelarsi di notevole importanza per la Francia, che solo nel 2018 ha esportato oltre 14 miliardi di dollari di vino.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Vino

Argomenti:

Vino Spazio Francia Startup

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \