Sondaggi primarie PD: Renzi candidato dietro a Zingaretti, ma potrebbe vincere lo stesso

Un sondaggio sulle primarie del PD ipotizza anche una candidatura di Renzi: l’ex premier sarebbe dietro a Zingaretti ma, grazie a Martina, potrebbe spuntarla al Congresso.

Sondaggi primarie PD: Renzi candidato dietro a Zingaretti, ma potrebbe vincere lo stesso

Cosa farà Matteo Renzi in vista delle primarie del Partito Democratico? Con sempre calda l’ipotesi di una scissione per la creazione di un proprio partito, un sondaggio realizzato dall’Istituto Noto per conto del Quotidiano Nazionale prefigura però anche uno scenario alternativo.

Dopo il passo indietro di Minniti l’ala del PD che fa capo all’ex premier è senza un candidato per le primarie. Anche se da sempre escluso da parte del senatore fiorentino, il sondaggio ha ipotizzato una corsa alla segreteria dem proprio di Renzi in prima persona.

Il responso andrebbe a indicare l’ex premier dietro a Zingaretti, senza però che il governatore del Lazio possa riuscire a ottenere la maggioranza assoluta: intercettando al Congresso i voti dei delegati di Martina, Renzi avrebbe così la possibilità di tornare a guidare il Partito Democratico.

I sondaggi su Renzi candidato alle primarie

Al momento l’ipotesi appare altamente improbabile, ma quando ci sono di mezzo Matteo Renzi e il Partito Democratico non si può dire “mai dire mai”. L’ex premier ha da sempre negato la possibilità di candidarsi alle primarie, ma al momento la sua area è senza candidato.

Senza la presenza in nessuna lista degli aspiranti segretari in corsa, i renziani di conseguenza non avrebbero rappresentanza al prossimo Congresso. Una prospettiva questa che in fondo potrebbe facilitare la creazione di un nuovo partito da parte di Renzi.

Ma un sondaggio realizzato dall’Istituto Noto dipinge anche degli scenari alternativi. Per prima cosa l’indagine stima al 9% su scala nazionale l’impatto che avrebbe in termini di voti un nuovo partito di Matteo Renzi.

Se però come anche qui ripetuto più volte non c’è nessuna scissione in vista, o i renziani trovano a breve un nuovo candidato per le primarie (si parla anche di Teresa Bellanova) oppure rischiano di trovarsi isolati in un partito da loro gestito e monopolizzato negli ultimi anni.

Il sondaggio quindi ha provato a ipotizzare anche una candidatura di Renzi alle primarie del 3 marzo. Nel caso, secondo la rilevazione in testa ci sarebbe sempre un Zingaretti attestato però sotto la soglia del 50%.

  • Nicola Zingaretti - 41%
  • Matteo Renzi - 31%
  • Maurizio Martina - 28%

Nicola Zingaretti quindi in caso di candidatura di Matteo Renzi non otterrebbe la maggioranza assoluta: quando poi al Congresso i delegati andrebbero a eleggere il nuovo segretario, con un probabile appoggio di Maurizio Martina l’ex premier potrebbe così spuntarla di nuovo.

Un sondaggio questo senza dubbio indicativo ma che difficilmente potrà vedere riscontri nella realtà: una scesa in campo in queste primarie da parte di Matteo Renzi è quasi impossibile, con la soluzione del nuovo partito che appare a questo punto sempre più probabile.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories