Software as a service, SaaS: cos’è e come si usa

Niccolò Ellena

21/04/2022

21/04/2022 - 17:35

condividi

Il Software as a Service permette di utilizzare applicazioni basate sul cloud, come email, calendari di lavoro, strumenti di produttività. Basa il suo funzionamento su completezza e affidabilità

Software as a service, SaaS: cos'è e come si usa

Con il termine as-a-service si indicano dei servizi di cloud computing gestiti da un fornitore esterno per conto del cliente. Ne esistono di tre tipi: Infrastructure-as-a-service (Iaas), ossia un servizio che fornisce al cliente server, archivi e risorse IT virtuali disponibili su internet; il Platform-as-a-Service (PaaS), che consegna al cliente un’infrastruttura su cui creare, testare, distribuire e gestire le proprie applicazioni; e infine Software-as-a-Service (SaaS), che consente agli utenti di connettersi ad app basate sul cloud tramite Internet e usare tali app.

In particolare, il Software as a Service (SaaS) permette agli utenti di connettersi ad app basate sul cloud tramite Internet e utilizzarle. Esempi comuni sono la posta elettronica, i calendari e gli strumenti di produttività.

Il modello SaaS offre una soluzione software completa che è acquistabile con pagamento in base al consumo (pay-as-you-use) da un provider di servizi cloud. È possibile noleggiare l’uso di un’app per l’organizzazione e gli utenti possono connettervisi tramite Internet, in genere con un Web browser.

L’infrastruttura sottostante, il middleware, il software delle app e i dati delle app si trovano nel data center del provider del servizio. Il provider di servizi gestisce l’hardware e il software e garantisce la disponibilità e la sicurezza dell’app e dei dati. Il modello SaaS consente alle organizzazioni di essere rapidamente operative con un’app con costi iniziali contenuti.

I metodi di pagamento del servizio

Il costo dei relativi servizi basati sul cloud può variare in base ad alcune variabili. I metodi di pagamento principali sono generalmente definiti pay-per-use, pay-as-you-go, pay-as-you-stay e abbonamento.

Nel primo caso, l’azienda o l’utente pagano in base alle risorse che usano sul cloud mentre nel secondo caso, ossia con pay-as-you-go, l’azienda e l’utente pagano soltanto quando il server è in esecuzione.

Con la terza soluzione il prezzo pagato è quantificato in base al tempo in cui si usa effettivamente il servizio.

Per l’abbonamento, infine, l’utente paga su una base mensile o annuale un costo fisso al quale corrisponde un determinato servizio.

I vantaggi presentati dalle modalità di fruizione a consumo (e quindi non in abbonamento) sono principalmente due: non è richiesto un pagamento quando si inizia a usare il servizio ed è possibile elargire il pagamento in maniera dilazionata.

D’altra parte è anche necessario tenere presente che pagando solamente in base allo spazio che si usa può essere difficile quantificare la cifra in anticipo, rendendo questa una variabile difficile da pronosticare.

I vantaggi del servizio Software-as-a-service

In primis il SaaS offre la possibilità di poter contare su applicazioni sofisticate che offrono una moltitudine di servizi a loro volta utilissime per l’azienda. Questo consente all’azienda di liberarsi dell’onere di dover programmare e implementare applicazioni estremamente sofisticate che avrebbero un prezzo di realizzazione ben superiore a quello del servizio.

Essendo inoltre estremamente versatile, questo servizio consente di lavorare da qualunque posizione spendendo solamente in base all’utilizzo che si fa del servizio, utilizzando quindi una modalità di pagamento (pay-as-you-use).

Basandosi infine su tale sistema di pagamento, i costi del servizio sono totalmente monitorabili e, di conseguenza gestibili, stante la grande utilità di questo servizio, è fondamentale per le aziende, in particolar modo quelle più piccole, tenere sotto controllo i loro costi, in modo che questi non vadano a inficiare in maniera negativa sul bilancio.

A chi è utile il servizio SaaS

Più che chiedersi a chi è utile questo servizio, sarebbe più giusto chiedersi per chi non lo è. La completezza del SaaS gli consente infatti di essere utile a qualunque azienda di qualunque dimensione e di qualunque tipo.

Stante la presenza integrata nel SaaS anche dei servizi offerti da Paas e Iaas, SaaS offre delle applicazioni complete e pronte all’uso che possono rendere la vita aziendale estremamente più rapida, produttiva e soprattutto semplice.

Argomenti

# Cloud

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO