Dai campi da calcio alla blockchain: la serie A diventa un Nft

25 Luglio 2022 - 17:00

condividi

Nuovo business per la Lega Serie A, che annuncia oggi un accordo con la piattaforma di intrattenimento e fantasport Sorare per la realizzazione di carte digitali.

Dai campi da calcio alla blockchain: la serie A diventa un Nft

Immaginate di essere i manager di una squadra di calcio, di schierare i vostri uomini migliori e di competere nei tornei più prestigiosi, sfidando gli altri campioni del pallone; nel metaverso, beninteso. Una realtà (virtuale) che finora riguardava la Bundesliga tedesca, LaLiga spagnola, la Major League Soccer statunitense, fresche di accordi con la piattaforma di intrattenimento e fantasport con Nft Sorare, che oggi stringe un accordo anche con la serie A italiana.

Un affare da 2 milioni di utenti: per ora

Una parnership pluriennale, che farà entrare i nomi più illustri del calcio nella blockchain sotto forma di carte digitali, già dal prossimo campionato. Tifosi, collezionisti e giocatori virtuali potranno acquistarle, scambiarle e sfidarsi come nel mondo reale: una passione, e un business, che attualmente raccoglie due milioni di utenti e 260 associazioni sportive partner e che cresce in tutta fretta. Fondata nel 2018, sede a Parigi e New York, ospite di recente al Metaforum di Lugano come startup di successo clamoroso, Sorare ha infatti attratto le attenzioni e i finanziamenti di Benchmark, Accel, Softbank, nonché dei calciatori Gerard Piqué, Antoine Griezmann e Rio Ferdinand, a dimostrare le potenzialità dello sport nel metaverso e viceversa.

Dallo sport al fantasport grazie agli Nft

Per la Serie A si tratta di un’opportunità di espansione ulteriore, sia in termini di coinvolgimento dei tifosi, storici e futuri, sia di nuovi flussi di ricavi. «In Lega Serie A siamo sempre alla ricerca di opportunità per sfruttare le tecnologie emergenti, per migliorare l’esperienza degli appassionati e per aiutare i nostri club a coinvolgere al meglio il pubblico internazionale - ha dichiarato Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A, spiegando le ragioni della partnership, le aspettative e le prospettive imminenti - Sorare combina in modo unico il football fantasy gaming con le card Nft collezionabili e questo ci permette di allargare la nostra target audience al fine di avvicinare i fan più giovani al calcio della Serie A Tim».

«Una domanda enorme per il fantasy game»

Analogo compiacimento per l’accordo siglato giunge da Nicolas Julia, Ceo e co-fondatore di Sorare, consapevole di come l’Italia sia un’opportunità carica di promesse felici: «Gli utenti italiani sono la nostra seconda comunità a livello globale, quindi sappiamo che c’è un’enorme domanda per il nostro fantasy game e per le carte da collezione in questo mercato. La partnership ci aiuterà ad accelerare questa crescita e permetterà a un maggior numero di tifosi di tutto il mondo di avvicinarsi a club leggendari, a giocatori di livello mondiale e alle future stelle che fanno della Serie A uno dei migliori campionati del mondo».