Seed wallet: cos’è, come conservarlo e che succede se lo perdo

Claudia Cervi

10/05/2022

10/05/2022 - 16:48

condividi

Il seed come strumento di protezione e controllo delle criptovalute contenute nei wallet. Una guida completa su cosa è, come conservarlo e che succede se lo perdo.

Seed wallet: cos'è, come conservarlo e che succede se lo perdo

Il seed è uno degli elementi fondamentali per conservare e controllare in sicurezza Bitcoin e altre criptovalute contenute nel wallet.
Per tale ragione deve essere custodito in un luogo sicuro e preferibilmente in modalità offline. Per evitare di perdere tutti i fondi contenuti nel proprio wallet, vediamo di seguito cos’è il seed, come conservarlo e che succede se lo perdo.

A cosa serve il seed?

Il seed permette di recuperare il wallet e i fondi in esso contenuti nel caso di furto, guasto o smarrimento del proprio smartphone o del computer.

Per proteggere correttamente il proprio wallet è necessario custodire in modo sicuro anche il seed, evitando di conservarlo sullo smartphone o di fare scansioni e foto: chi entra in possesso del seed può disporre liberamente dei fondi e può trasferirli su altri wallet. Meglio dunque conservarlo in cassaforte oppure affidarlo a un ente terzo, un Exchange, che fornisce servizi custodial.

A seconda che la gestione amministrativa del portafoglio virtuale sia completamente autonoma oppure che sia affidata a un terzo si distingue tra wallet non custodial e custodial. Nel primo caso la custodia del wallet e delle chiavi private è completamente affidata all’utente, che rischia di perdere tutti i fondi se non ricorda o perde la frase seed. Nel caso di wallet custodial, o centralizzati, le società a capo delle piattaforme conservano i fondi dell’utente all’interno di hardware wallet o software wallet di loro proprietà e non di proprietà dell’utente. Il possessore della chiave privata del wallet è l’intermediario, che potrà disporre pienamente e liberamente dei fondi contenuti nel wallet. Per tale ragione occorre scegliere un Exchange sicuro e affidabile. Qui i migliori.

Cosa è la frase seed?

La maggior parte dei wallet permette di eseguire un backup dei fondi tramite la frase seed, una frase di ripristino mnemonica, chiamata anche recovery phrase, che viene generata dal wallet attraverso standard veri e propri per consentire all’utente di recuperare le criptovalute associate a uno o a differenti wallet.

Ogni wallet possiede dunque una propria chiave privata, una stringa di codice lunga 256 bit e difficile da memorizzare simile a questa:

Q3ArTerZVXtVVcBDCiULbN84UVGjX7ezypSCsYYroBdQ56HKKX1E52

Questa stringa viene poi trasformata in un seed, un insieme di 12, 18 o 24 parole, selezionate in modo casuale all’interno di un vocabolario di 2048 parole inglesi, dalle quali è possibile estrarre le chiavi private del wallet.

Come salvare il seed

Nei paragrafi precedenti abbiamo visto che esistono diversi tipi di wallet: alcuni che attribuiscono all’utente il pieno possesso della chiave privata e altri gestiti tramite intermediari che possiedono la chiave. In quest’ultimo caso, l’utente che dovesse smarrire il dispositivo o la password di accesso può avviare una procedura di ripristino per rientrare in possesso del wallet.

Per poter fare il backup di un wallet non custodial, ossia di un portafoglio di cui si gestisce personalmente la chiave privata, occorre prestare attenzione a questi passaggi:

  • nella fase di creazione del wallet si deve generare il seed, con cui sarà poi possibile creare ulteriori chiavi private e pubbliche associate a nuovi indirizzi
  • la frase seed deve essere conservata off-line in un luogo sicuro:
    • su un foglio,
    • su seed keeper metallici, simili a una penna USB, in cui sono conservate offline le chiavi private
    • generando un paper wallet da un computer disconnesso dalla rete internet
    • utilizzando wallet online come MyEtherWallet, per Ethereum. Quest’ultima è una modalità molto rischiosa perché il sito web potrebbe chiudere senza preavviso o subire attacchi informatici.

Come recuperare la recovery phrase

Nel settore delle criptovalute la perdita di fondi dovuta allo smarrimento delle chiavi private di accesso ai wallet o di Exchange violati è un fenomeno molto comune e sono milioni i Bitcoin svaniti nel nulla.

Senza la chiave privata o senza il seed non è possibile infatti accedere al wallet e alle criptovalute.
In un mondo ultra digitale il modo più sicuro per non perdere i propri fondi è quello di conservare attentamente il seed.

Un modo per ovviare a questo inconveniente è quello di aprire dei software wallet, ai quali accedere tramite app installate su computer o smartphone e per questo motivo rischiosi in quanto soggetti a possibili violazioni.

I possessori di Ethereum (o di altri token basati su ERC) possono per esempio contare su Argent, uno smart contract wallet che consente di recuperare il wallet anche dopo aver perso la seed phrase: vengono nominati dei «Guardiani» (amici, hardware wallet o il servizio di guardia di Argent) che possono accettare di sbloccare il wallet, generando miliardi di coppie di chiavi pubbliche e private con relativo indirizzo attraverso un percorso di derivazione chiamato derivation path.

Uno dei migliori software wallet in circolazione è Trust Wallet, il portafoglio ufficiale di Binance che può essere utilizzato solo su smartphone.

Come recuperare il Trust Wallet

Trust Wallet è un’applicazione mobile totalmente decentralizzata per gestire le criptovalute che garantisce il controllo completo delle chiavi private. Anche in questo caso occorre dunque conservare in modo sicuro la frase seed composto da 12 parole.

A differenza di altri wallet non custodial, il vantaggio di questa applicazione è la possibilità di recuperare facilmente la frase seed attraverso semplici passaggi:

  • Aprire la app Trust Wallet
  • Entrare su Impostazioni
  • Selezionare “Wallet“.
  • A destra del nome del wallet cliccare sui 3 puntini o sull’icona con la i(su iOS)
  • Selezionare «Mostra frase di recupero» per visualizzare la frase seed composta dalle 12 parole.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.